logo gnubik

Mossa di Tim contro la maxi fusione di Wind e Tre e il nuovo operatore Free Mobile

16 febbraio 2017

Tim fa la sua mossa per contrastare la fusione di Wind e Tre, che ha aperto le porte a Free Mobile nel mercato italiano

tariffe mobile | free mobile

Si prevede un autunno movimentato nel campo delle tariffe per il settore mobile, con la maxi fusione tra Wind e Tre, l’ingresso del nuovo operatore Free Mobile e le contromosse che sta effettuano la Tim per cercare di restare al passo con gli altri.

La tanta attesa fusione tra Wind e Tre è oramai cosa fatta, almeno da un punto di vista legale e societario. Entro l’anno si prevede che siano ultimate l’integrazione delle reti e il lancio delle nuove offerte commerciali che si prevede siano molte aggressive in perfetto stile della Tre.

Il nuovo operatore Free Mobile,  destinato a diventare il quarto operatore nel  settore mobile in Italia, ha annunciato che posticiperà l’ingresso nel mercato italiano alla fine del 2017. Iliad, è una compagnia francese, fondata dall’imprenditore Xavier Niel e proprietaria di Free Mobile, operatore low cost in Francia che ha scombussolato il mercato d’oltralpe anche con offerte in abbonamento a 2 euro al mese,  ha investito  1,5 miliardi per rilevare, dalla fusione tra Wind e Tre, asset in Italia (principalmente sono antenne 4G) necessari per costruire una propria rete di frequenze mobili. Free Mobile si è posta l’obiettivo di  coprire circa il 75% della popolazione entro il 2019.

offerte free mobile italia

Di recente, Free Mobile  ha rimandato  il debutto in Italia, previsto inizialmente per questa estate, alla fine del 2017. Questo ritardo non è dovuto per problemi tecnici, ma servirà al nuovo operatore mobile italiano per studiare meglio una strategia commerciale in grado di garantire un successo pressoché analogo avvenuto in Francia.

I due più grandi operatori italiani, Tim e Vodafone, attendono di comprendere meglio quali saranno le strategie commerciali di Free Mobile in Italia. Vodafone, dal canto suo punta ad un target di clienti premium e al mondo professionale, disposta a pagare qualche euro in più per avere servizi e copertura del territorio ottimale.

Tim, dal canto suo, passa alla contro offensiva è nel mese maggio ha acquistato Nòverca, un operatore virtuale di rete mobile (Full MVNO). L’obiettivo di Tim è di creare un nuovo operatore di rete mobile Low Cost, in grado di contrastare, da un punto di vista commerciale,  le offerte della nuova Wind Tre e del nuovo operatore Free Mobilì mentre le offerte della Tim, come la conosciamo adesso, saranno dedicate al mercato premium per contrastare il diretto concorrente Vodafone. La Tim non ha ancora diffuso il nome del nuovo gestore virtuale, che molto probabilmente dovrebbe diventare operativo questa estate, con qualche mese di anticipo rispetto a Free Mobile..

Non ci resta di aspettare l’arrivo dell’autunno per vedere la guerra commerciare tra Tim, Wind Tre e Free Mobile.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili