logo gnubik

Apple OS X El Capitan, i feature più smart del successore di OS X Yosemite

19 giugno 2015

El Capitan, l'erede del celebratissimo OS X Yosemite, porta una sferzata di potenza, agilità e prestazioni sui nuovi device della casa di Cupertino. Scopriamo i feature essenziali e smart della nuova release.

Capacità di aprire app e surfare il Web in tempo record, stabilità nel multitasking e un generalizzato incremento di prestazioni sono le promesse di OS X El Capitan, il prodigioso successore di Yosemite, all'insegna del risparmio di tempo e risorse a partire dal modo in cui verrà sfruttato il nuovo layout, che consentirà ad ogni utente considerevoli vantaggi, permettendo di ottenere di più dalla piattaforma. 

Si consideri quindi la nuova Split View, tradizione di iOS 9 presente anche sulla nuova release, che permette di affiancare una coppia di app all'interno della stessa visualizzazione su schermo, in modo da poterle sfruttare in maniera più efficiente, senza perdere d'occhio nemmeno per un minuto quanto sta succedendo sul display. Essenziale, quindi, nel caso in cui si stia scrivendo o leggendo, seguendo al contempo l'ultimo film della nostra collection o la serie TV preferita. 

La nuova Split View ha molto da spartire anche con Mission Control, all'insegna della rincorsa al minimalismo esattamente come Google fece con Material Design, permettendo dei veloci drag and drop delle finestre attive per ridisporle come desideriamo. Migliora inoltre l'intelligenza semantica di Spotlight, da cui dipende l'efficienza di numerose ricerche in locale di mail e documenti memorizzati secondo specifici criteri definiti dall'utente.

Al fine di superare anche Microsoft Edge oltre che se stesso, anche il nuovo Safari incorpora la possibilità di appuntare note sulle pagine web visitate, mutando così il desktop in un Post-It virtuale in cui possiamo inoltre consultare webpages in cronologia con la possibilità di poter gestire le notifiche audio e multimediali con un solo click.

Rinnovato, infine, anche Note, che tende a presentarsi come una miscellanea del sempreverde Evernote e di Pocket, estensione per la memorizzazione dei contenuti Web. Formattazione del testo e salvataggio di contenuti di Safari si associano agli appunti vocali e la creazione di nuove directory da riempire di informazioni e sketch, all'insegna di un OS X El Capitan sorprendente anche nei più minuziosi dettagli.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili