logo gnubik

Apple contro Spotify e streaming gratis

Nonostante ancora esordisca ufficialmente il servizio di musica in streaming di Apple, questa starebbe già facendo la voce alta per sbaragliare la concorrenza. lo riferisce The Verge, che raccogliendo indiscrezioni di stampa provenienti da oltreoceano dipinge un quadro delle manovre di Apple in vista del lancio di Beats, il servizio di streaming musicale targato Apple che, a differenza di piattaforme come Spotify e Deezer, non dovrebbe prevedere versioni gratuite.

La compagnia di Cupertino, secondo quanto riferito dal blog Usa, starebbe spingendo le case discografiche a non rinnovare le licenze a servizi come Spotify per la parte di offerta gratuita agli utenti, quella che grazie all'inserimento di spot pubblicitari permette a milioni di persone di accedere al catalogo di brani senza sborsare un euro.

Pare che il Dipartimento di Giustizia americano, la Federal Trade Commission e anche l’Unione Europea starebbero tenendo sotto controllo Apple per evitare che i suoi rapporti, ormai saldissimi, con le major discografiche sfocino in accordi tesi a tagliare le gambe alla concorrenza. Apple è già sorvegliata speciale dal Dipartimento di Giustizia USA già dallo scorso anno, quando l'antitrust americana ravvisò delle irregolarità nella vendita di ebook del colosso informatico: il procedimento si concluse con una sanzione da 450 milioni di dollari, contestata da Apple in appello.

Staremo dunque a vedere se e come queste indiscrezioni saranno confermate e come si svilupperà la vicenda.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili