logo gnubik

Nuovo iPhone, Apple sviluppa tecnologia di ricarica wireless per il suo smartphone?

31 gennaio 2016

Non manca che poco più di un mese all'apertura del Mobile World Congress 2016, in cui le principali rivali di Apple presenteranno i nuovi ritrovati della tecnologia più recente, tra cui il tanto "temuto" Samsung Galaxy S7, che si rivela un buon smartphone già a partire dai primi dati ufficiali.

La domanda quindi sorge spontanea: riuscirà la Mela a tener testa, con il suo prossimo iPhone 7, all'uscita della sua principale rivale? Uno dei fattori che potrebbero contribuire al suo successo è costituito da una nuova tecnologia di ricarica wireless, che secondo recenti indiscrezioni verrà introdotta proprio negli iPhone in uscita  a fine anno oppure entro il 2017 in caso di posticipo della roadmap.

Il pubblico è chiaramente entusiasta di questa innovazione che ha già conquistato il settore dell'elettronica di consumo, permettendo di eliminare per sempre i lunghi e scomodi cavetti USB di ricarica o i semplici accumulatori in dotazione con lo smartphone.

I device che al momento sono dotati di ricarica wireless devono essere comunque posati su uno speciale pad che provvede a restituire energia per induzione al dispositivo; tecnica giudicata da Apple abbastanza invasiva e non sempre a disposizione dell'utente. Per questo la tecnologia di induzione a distanza sembra la via di uscita più ragionevole dal problema, cercando contemporaneamente di combattere la perdita della potenza necessaria alla ricarica per via della distanza da coprire dall'emittente.

Apple potrebbe inoltre concludere il 2016 con l'acquisizione di società come WiTricity, che ha fatto dell'utilizzo di campi magnetici e dell'energia che ne deriva un fulcro fondamentale della propria attività: aspettiamo quindi che i risultati vengano applicati sui primi prototipi di iPhone, facendo di questa suggestiva ipotesi una vera e propria realtà.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili