logo gnubik

Android N: annunciato il nuovo sistema operativo mobile Google

18 maggio 2016

E'approdata alla Google I/O 2016 della casa di Mountain View l'incarnazione digitale dell'ultimo sistema operativo Android, pronto a sbarcare allo stesso modo sui device Nexus che, a partire da fine estate, saranno il trampolino di lancio per Android N, incredibilmente migliorato dal punto di vista dei metodi crittografici implementati, il multitasking, l'energy saving e una generale esperienza d'uso improntata ad un incremento delle capacità grafiche per video, immagini e videogames, grazie all'arrivo delle nuove librerie grafiche Vulkan.

Android N, il cui nome sarà ancora da decidere entro alcune settimane da parte della community di fan Google tramite il sito ufficiale del sistema operativo, si mostra così all'evento (condotto anche in live streaming sul Web) I/O 2016, mantenendo ogni promessa dei mesi precedenti il lancio: il supporto allo split-screen, modalità capace di beneficiare soprattutto chi dispone di device dall'ampia diagonale di schermo o più pannelli; multitasking avanzato (con la possibilità di leggere notifiche provenienti da app e social con un solo tap, senza necessariamente riaprire l'applicazione relativa), crittografia basata sul filesystem e un assetto grafico accattivante.

Per quanto riguarda l'aumentata interattività di Android N, trovano spazio anche i nuovi Quick Settings, impostazioni a livello di sistema operativo accessibili in forma diretta tramite il classico menu notifiche. Possiamo scegliere di personalizzare il pannello in grado di mostrare multiple istanze delle system app (Wi-Fi, Bluetooth, GPS, widget di terze parti), decisione che sembra riprendere il ruolo di alcune custom ROM nella deliberata scelta da parte dell'utente nella disposizione di icone di sistema e metodi di attivazione.

Android N ha infine mostrato il ritorno di una funzionalità notturna appena accennata col predecessore Marshmallow, e impostazioni di data saving capaci di garantire un consumo minimizzato di pacchetti di dati nel web surfing tramite la connessione offerta dai provider telefonici, scelta che si affaccia sull'opzione di risparmio energetico, per contro, permessa dalla nota Doze mode, ritornata più in forma che mai.

Il nuovo OS è pronto all'arrivo sui device Nexus di ultima generazione entro l'estate: saranno ancora diverse le novità da rivelare, incluso il fantomatico nome finale del sistema operativo made in Google.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili