logo gnubik

Android M, arriva una nuova Developer Preview: le novità introdotte

Noto con il code-name di Android M, il nuovo OS mobile di casa Google aggiunge un altro tassello alla sua versione finale, in competizione diretta con iOS 9. Scopriamo le novità della nuova release incrementale ed i suoi miglioramenti

Il confine che separa la release definitiva del nuovo Android M dalle sue Developer Preview si fa sempre più labile: Big G ha ultimamente rilasciato la versione finora più simile alla versione finale, che apporta alcune modifiche minori (è per questo definita release "incrementale"), tuttavia essenziali per chi ricerca un design e un approccio alla GUI (interfaccia grafica) ancora più immediato.

Android M modifica significativamente l'aspetto del desktop relativo alle app, eliminando spazi superflui aggiungendo alla schermata statica che ospita le nostre applicazioni una search box che consente di averle a portata di mano senza navigare in maniera estesa per le diverse tab, ora compattate in un unica pagina.

Inserita, inoltre, uno spazio apposito dedicato alle app predittive, che si aggiorneranno a rotazione a seconda delle scelte dell'utente, modificando la homescreen in base alla frequenza d'uso di certi software. Per permettere di fruire di un'accensione e di uno spegnimento più rapido, sono state inoltre riorganizzate le icone della status bar, ora presenti assieme all'indicazione della percentuale di carica in molte più schermate, caratteristica che renderà di certo lieti tutti coloro che finora si sono avvalsi di mod per aggiungere alcuni parametri non mostrati dalla Developer Preview Release 1.

Viene inclusa inoltre una modalità demo, ed è applicata una piccola rivoluzione alle note impostazioni per developer, che consentono di impostare diversi livelli di guardia all'installazione delle applicazioni dai più svariati market: ora potrà essere specificato il motivo per cui si richiede all'utente una determinata autorizzazione di sistema, a tutto vantaggio di privacy e usabilità delle app, di Google Play o altri store ufficiali dei producer.

Smartphone e tablet sono quindi sempre più vicini all'essere coinvolti dallo "tsunami" Android M release: prima dell'effettiva uscita sono previste ulteriori release, di cui la terza si avrà entro il presente mese, per la quale attendiamo feedback da parte della community Google al fine di poterla valutare al meglio.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili