logo gnubik

Rivoluzione Svizzera dall'aria si ricava acqua potabile

La Svizzera svela una nuova tecnologia rivoluzionaria capace di trasformare l'aria che respiriamo in acqua potabile.
La tecnologia in questione è stata ideata dalla start up Seas e presentata nel padiglione svizzero ad Expo 2015 all’interno di un convegno.

In pratica attraverso il sistema Awa Modula (Air to Water to Air), si è in grado di catturare l'umidità presente nell'atmosfera e trasformarla in acqua potabile di alta qualità senza dunque aver bisogno di fonti di acqua già esistenti da trattare (mari, fiumi, laghi o altro) e permette di avere a disposizione una fonte praticamente inesauribile di acqua, esattamente dove necessita.

Per ora questo sistema permette, attraverso dei macchinari, di ricavare dall'aria dai 2.500 ai 10.000 litri di acqua al giorno.
Con la tecnologia della Seas, si potrebbe "rispondere alla crisi globale dell'acqua" spiega il direttore generale, Rinaldo Bravo. Anche perchè la macchina funziona ovunque, anche in zone aride come il deserto, poichè è alimentata a elettricità, e quindi consente l'uso di fonti rinnovabili, dall'energia solare a quella eolica.

Questa tecnologia è stata realizzata al seguito di 4 anni di esperimenti e ricerche e ha un impatto di inquinamento ambientale molto basso o talvolta del tutto nullo. Il nuovo sistema è stato introdotto per il momento in alcune zone di America Latina (Messico, Perù, Ecuador), Isole Caraibiche, Nord Africa, Sud Africa, Libano, Emirati Arabi.
Si spera dunque che possa diventare presto la risorsa giusta per fronteggiare la crisi dell'acqua che già da tempo affligge il nostro pianeta, specialmente nei territori più poveri.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili