logo gnubik

Microsoft si lancia sulla musica in streaming con Groove

C'era da aspettarsi che il mercato dello streaming musicare si sarebbe ben presto espanso. Sulla scia di Spotify, che domina il settore con oltre 75 milioni di utenti, stanno arrivando numerosi altri servizi streaming musicali come Apple Music o l'ancor più recente Google Play Music. Microsoft questa volta non vuole rimanere indietro e prepara un servizio concorrente che si chiamerà Groove.

Groove arriverà con Windows 10 il 29 luglio 2015 ma non si tratta di una nuova piattaforma. Il servizio in realtà è l’ultima evoluzione di Xbox Music e porterà 40 milioni di brani su PC, console Xbox e device mobili iOS, Windows e Android.
L’interfaccia è stata completamente ottimizzata per poter essere facilmente utilizzabile sia con le dita che con mouse e tastiera. Il layout dell’interfaccia sarà, inoltre, personalizzabile e gli utenti potranno scegliere tra un tema chiaro e un tema scuro. Groove dispone nativamente dell’integrazione con OneDrive. Dunque, gli utenti potranno accedere in streaming a tutta la musica presente sul loro account cloud.

Come per Xbox Music, troveremo un servizio in abbonamento senza pubblicità per 9,99$ al mese o 99$ all’anno per avere accesso a tutta la musica presente sul Windows Store. Gli abbonati potranno anche usufruire o creare stazioni radio personalizzate in base ai brani preferiti, gli album e gli artisti. Chi è già in possesso di Xbox Music potrà passare automaticamente al nuovo Groove.

Oltre al nuovo Groove Music, arriva un cambio di nome per Xbox Video che sarà chiamato semplicemente “Movies & TV” dove sarà possibile noleggiare/acquistare film o importare le proprie collezioni.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili