logo gnubik

Huawei, nuova tecnologia per ricarica veloce delle batterie

17 novembre 2015

Un nuovo, atteso tipo di ricarica superveloce della batteria di smartphone, tablet ed in futuro dispositivi alimentati con accumulatore in generale è stato presentato dal colosso orientale Huawei, che di certo la maggior parte di noi conosce per aver dato vita a gamme di smartphone affidabili e di qualità hardware indiscussa.

Huawei avrebbe proposto e dimostrato il concept alla base della ricarica superveloce, che consente di ottenere fino al 48% di carica in un paio di minuti su una batteria di amperaggio complessivo 3000 mAh, senza i fastidiosi problemi dovuti alle ricariche troppo rapide, in grado finora di danneggiare la batteria nel suo complesso, rendendola meno longeva.

Alla base della tecnologia utilizzata rivestono un ruolo di grande importanza i cosiddetti "eteroatomi", costituenti fondamentali di alcuni elementi della chimica organica, aggiunti alla grafite che costituisce l'anodo della batteria, catalizzando la distribuzione del litio attraverso i suoi legami in carbonio. La rapidità con cui l'accumulatore si carica può quindi beneficiare in modo notevole di questo nuovo approccio, senza mostrare oltretutto gli effetti spiacevoli del fast charging, che finora hanno ridotto performance e densità della batteria utilizzata, rendendo vane le tecniche precedentemente utilizzate.

Huawei è fiduciosa circa il fatto di poter utilizzare la nuova tecnologia per poter alimentare un buon numero di dispositivi di diverso amperaggio, tra cui potrebbero anche rientrare, in futuro, i veicoli elettrici, settore in cui -assieme al mondo smartphone- in tanti potrebbero beneficiare di ricariche rapide. La tecnologia, presentata al Battery Symposium 2015 nipponico, è certamente pronta ad evolvere e a conquistare diversi ambienti della domotica e dell'elettronica di consumo: conosceremo a partire dall'anno prossimo le sue possibili applicazioni.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili