logo gnubik

Rivoluzionario metodo di ricostruzione del menisco usando le cellule staminali

Questa nuova tecnica, qualora venisse confermata sull’uomo, potrebbe andare incontro alle necessità delle persone con menischi danneggiati che sviluppano artrite e sono costretti a limitare la loro attività.

Ricostruzione menisco con cellule staminali | meniscoUn interessante studio su una rivoluzionaria procedura che utilizza la stampante 3-D e le cellule staminali del corpo per rigenerare il menisco del ginocchio, un tessuto  fibro-cartilagineo che agisce come un cuscino naturale tra il femore e la tibia.

La procedura, pubblicata il 10 Dicembre sulla rivista Science Translational Medicine, si è dimostrata essere efficace, alla Cornell University, su pecore dopo sei mesi dall'intervento chirurgico, anche se i ricercatori  aspettano di monitorare le pecore per un anno,  al fine di garantire che gli animali non sviluppino l'artrite.  I menischi delle pecore sono strutturalmente simili a quelle degli esseri umani, motivo per cui sono stati osservati gli ovini, e la sperimentazione clinica sull'uomo potrebbero iniziare tra due o tre anni.

Lisa Fortier è professore di chirurgia animale presso la facoltà di Medicina Veterinaria alla Cornell University nonché co-autore della pubblicazione ed ha guidato gli interventi di menisco sulle pecore.  Secondo la Fortier, la maggior parte delle persone di mezza età che finiscono con un menisco degenerato sono costretti  a intervenire chirurgicamente e  nel caso in cui si dovesse perdere  più del 20-30 per cento del menisco, queste persone saranno inclini ad avere problemi di  artrite.  La ricerca, prosegue la Fortier, ha lo scopo di aiutare chi ha la necessità di sostituire il menisco e di rallentare l’artrite in modo da mantenere la completa funzionalità del ginocchio.

Ricostruzione menisco con stampante3DLa tecnica è stata sviluppata da Jeremy Mao, professore di medicina presso la Columbia University Medical Center, e consiste nell’eseguire una risonanza magnetica al ginocchio del paziente (in questo caso alla pecora). Utilizzando una stampante 3-D, Mao ha stampato un'impalcatura in poliestere biodegradabile con la forma esatta del menisco del paziente. Attraverso molteplici esperimenti di laboratorio, il gruppo di Mao ha scoperto che due fattori di crescita, se usati in concentrazioni specifiche e nei momenti critici, reclutano le cellule staminali per la riparazione del menisco. I fattori di crescita sono stati poi allacciati nell' impalcatura biodegradabile, consentendo alle cellule staminali del corpo di ricostruire un nuovo menisco in un lasso di tempo che oscilla da quattro a sei settimane dopo l'intervento chirurgico.

Attualmente, un menisco fratturato richiede la sostituzione con il tessuto di cadavere, che ha un basso tasso di successo e può portare a problemi di rigetto, e a menischi sintetici che si sono dimostrati essere inefficaci  a causa della poca capacità di adattarsi correttamente nei ginocchi di pazienti. Questa tecnica di ricostruzione del menisco, se confermata la sua efficacia anche sull'uomo, sarà un nuovo punto di riferimento pergli intereventi chirurgici al menisco.

Per ulteriori dettagli, visita il sito della Columbia University Medical Center e l'intervista (in inglese) al prof. Mao.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili