logo gnubik

Smartwatch per la salute: protagonisti assoluti Apple, Fitbit e Xiaomi

4 dicembre 2015

Il mondo dei device indossabili o wearables, come sappiamo, sta diventando una parte importante dell'attività quotidiana di chi è appassionato di tecnologia e contemporaneamente di sport e movimento fisico in generale. Questi innovativi smartwatch, infatti, ci consentono di monitorare in tempo reale le nostre statistiche relative alle performance di camminata, corsa o attività sportiva a scelta, per poi tenerne traccia in un calendario personalizzato, spesso corredato di utili suggerimenti per il nostro miglioramento.

Gli indossabili hanno conosciuto certamente un'impennata nel 2015, dopo l'iniziale scetticismo: protagonisti assoluti tre brand su tutti, tra cui Apple, Xiaomi e Fitbit, con i loro prodotti che hanno permesso soprattutto a quest'ultima di conquistarsi il primo posto del podio. Anche la casa di Cupertino totalizza cifre molto significative, arrivando a circa 4 milioni di smartwatch complessivamente distribuiti, ottenendo così circa il 18,6 per cento della quota complessiva di mercato.

Anche l'estremo oriente ha ancora molto da dire nel mondo dei wearables, che per quanto giovane ha certamente possibilità di far parlare più di sé nell'immediato futuro. Il compatto Mi Band è infatti riuscito a toccare il 17,4% di quota complessiva di diffusione, a fronte di un prezzo di appena una quindicina di Euro. 

Il vero podio, come affermavamo poco sopra, è di Fitbit: con 4.7 milioni di device prodotti e venduti. Nonostante le cifre certamente entusiasmanti per un segmento ancora giovane, si affaccia un altro concorrente all'orizzonte, che potrebbe consentire un drastico cambiamento dei "giochi": Samsung con il nuovo Gear S2, di forma circolare e un innovativo OS Tizen, capace di svolgere attività di norma condotte con smartphone oltre a configurarsi come tracker per la salute.

Come sarà quindi il 2016 di smartwatch e wearables in generale? I presupposti per una grande sfida tra titani ci sono tutti, non ci resta quindi che scoprire come evolverà il futuro dei principali brand in circolazione.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili