logo gnubik

Samsung Galaxy Tab Iris, primo tablet Android con scanner oculare

25 maggio 2016

La casa coreana Samsung è in procinto di lanciare, per quanto riguarda il segmento relativo all'elettronica di consumo next gen dedicato ai tablet Android più evoluti, un dispositivo ispirato dalla necessità di integrare forme supplementari di riconoscimento biometrico, oltre a quelle già previste tramite fingerprint scanning.

Samsung Galaxy Tab Iris è infatti il primo tablet Android in grado di consentire lo scanning dell'iride, metodo di riconoscimento e accesso spesso infallibile e più complesso da emulare in termini di contraffazione e cyber attacco.

Il nuovo Tab Iris è al momento un'esclusiva lanciata in India, paese che fungerà da tester per le funzionalità innovative del dispositivo. Studiato principalmente per servizi paperless e cashless, Iris renderà ancora più rapido e semplificato l'accesso degli utenti a servizi di e-commerce ed invio credenziali in tutta sicurezza, rivelandosi compatibile con il sistema costituito dal codice Aadhar a 12 cifre, numero identificativo differente da utente a utente, capace di fornire certezza in merito all'identità del possessore del device.

Le operazioni effettuabili online con Samsung Galaxy Tab Iris sono perciò più che numerose, eliminando la necessità di spostamenti e consumo di documenti cartacei. Per quanto riguarda il comparto tecnico del nuovo device equipaggiato con Android 5.0 Lollipop, abbiamo a disposizione uno scanner integrato dual-eye, un gruppo fotografico situato sulla scocca posteriore del device, da 5 megapixel, equipaggiato con autofocus, oltre ad un display 7 pollici e un chipset (probabilmente Qualcomm, da definire) a 1,2 GHz di frequenza.  Si aggiungono 8 GB di memoria flash, a cui può essere annessa la scheda dedicata allo storage microSD, fino all'interessante cifra di 200 GB.

E' probabile che l'Occidente non vedrà presto questo device, se non tramite importazione, tuttavia l'ultimo tablet Samsung Galaxy costituisce un interessante device di lancio per una categoria di dispositivi che, assieme all'SDK di cui si darà disponibilità per creare app sempre più sorprendenti e compatibili, non mancherà di ispirare, grazie ai propri feature, i tablet e smartphone futuri.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili