logo gnubik

Google Chrome rafforza la protezione contro siti malevoli: il nuovo Safe Browsing

7 febbraio 2016

Uno dei quattro maggiori browser per diffusione, funzionalità e sicurezza, Google Chrome, si è appena presentato al suo pubblico di utenti in una nuova versione che mira ad aggiornare il cosiddetto Safe Browsing, un'utility implementata nel software che permette di individuare in maniera istantanea e precisa un sito potenzialmente contenente malware, spyware o i più temibili ransomware, capaci di richiedere addirittura un riscatto alla vittima per ottenere nuovament i propri file e l'accesso al sistema.

Google Chrome implementa una nuova protezione che andrà ad esaminare a puntino i cosiddetti contenuti di "ingegneria sociale" o social engineering, tipicamente costituiti da avvisi di aggiornamenti a livello di software o codec video fasulli, che potrebbero portare a scaricare software pericoloso o addirittura derubare le credenziali dell'utente con pochi click.

Safe Browsing permetterà di accorgerci di essere incappati in un sito malevolo prima di entrarci, grazie ad una visibile schermata rossa che impedirà il caricamento della pagina richiesta. Potremo così evitare molti dei nuovi contenuti "fake", che tipicamente richiedono l'aggiornamento ad una nuova versione di un Media Player o di scaricare un software supplementare per far andare al meglio il sistema, evitando completamente l'accesso alla pagina; oppure, se ci sentiamo comunque protetti, tuttavia a nostro rischio e pericolo, continuare la navigazione.

Google Chrome aggiunge così un importante tassello alla libertà di navigazione Web, un sistema che va rafforzandosi negli anni assieme alla gestione del protocollo HTTPS e il rilevamento di pagine Web dal contenuto ingannevole: ci aspettiamo naturalmente ulteriori progressi nei prossimi mesi, soprattutto per quanto riguarda questo prezioso componente da usare in maniera complementare ad un buon antivirus.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili