logo gnubik

WhatsApp Android e iOS, arrivano i quote e tante nuove funzioni!

17 giugno 2016

La nuova versione dedicata ad Android e iOS del celeberrimo WhatsApp introduce alcune importanti funzioni per migliorare l'interazione tra utenti, che siano coinvolti in una chat di gruppo oppure tra due interlocutori. Tra di esse, l'atteso quoting dei messaggi, che consente di indicare in maniera precisa a chi ci si stia rivolgendo nell'ambito di una conversazione, feature che nelle prossime settimane sarà estesa anche alla controparte iOS dell'app.

Il miglioramento dell'opzione di quoting per WhatsApp era in realtà già stato incluso nella precedente beta version (2.12.95), tuttavia la funzionalità aveva fatto il suo debutto in via server-side con l'arrivo della successiva (2.12.118). Le modifiche dovrebbero ora essere state estese a tutti gli utenti Android che hanno installato l'app; se così non fosse, sarà sufficiente disinstallare e poi re-installare l'app di messaggistica per sperimentare i cambiamenti.

L'utente non dovrà fare altro che selezionare uno dei messaggi inclusi nella conversazione con un tap prolungato, fino a far aprire un menu contestuale che presenterà, oltre alle solite opzioni, anche il tasto Reply, simboleggiato da una freccia. Premendolo, potremo accedere ad un box di risposta in cui digitare il commento che vogliamo allegare a quello specifico messaggio, in modo che sia obiettivamente chiara la persona a cui ci stiamo riferendo.

Il funzionamento è del tutto simile a quello del classico quoting che avviene nelle community e nei forum online, eccezion fatta per l'impossibilità di effettuare un multi-quote, perlomeno nella versione attuale di WhatsApp: non c'è comunque dubbio che la funzione potrebbe essere inclusa nelle versioni successive dell'applicazione, dal momento che uno degli obiettivi dichiarati da Zuckerberg è aumentare la fruibilità del sistema.

La funzione, già disponibile per gli utenti della rivale Telegram, si aggiunge ad un sistema di modifiche che ha coinvolto tutto l'ecosistema del popolare messenger, ovvero l'aggiunta dell'opzione di formattazione del testo, ed una condivisione facilitata di PDF e documenti all'interno dei gruppi: cosa ci attenderemo ora dall'app di Mark Zuckerberg? I prossimi mesi sapranno senz'altro darci una risposta precisa in merito.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili