logo gnubik

Qualcomm, arriva un nuovo SDK: la realtà virtuale fa passi avanti

In un momento in cui tutte le major dell'elettronica di consumo e del Web sembrano essere impegnate, da Google a Samsung, nella ricerca di soluzioni hardware dedicate alla realtà virtuale (di cui gli esempi attualmente più notevoli sono Oculus Rift e Samsung Gear 2), la statunitense Qualcomm cerca di far progredire la ricerca in atto da diversi decenni nei confronti di questo mondo annunciando l'arrivo di un nuovo ambiente di sviluppo software (o SDK).

Esso verrà rilasciato pubblicamente entro l'estate, al fine di sfruttare al massimo le possibilità di Snapdragon 820, il chipset più potente di categoria installato su diversi dispositivi portatili top di gamma. Andando ben oltre la classica categoria di visori che devono essere connessi ad un PC desktop per poter funzionare, Qualcomm offrirà ai developer un ambiente di sviluppo capace di sfruttare al massimo i device portatili per ottenere visualizzazioni degne della migliore VR attualmente offerta.

Il compromesso da trovare è ovviamente relativo alle limitazioni di un ambiente dedicato all'utilizzo del segmento mobile, e alla necessità di contenere i consumi. Lo SDK offerto da Qualcomm integrerà comunque tutto ciò che è necessario per creare mondi virtuali degni di nota, soprattutto su device come Galaxy S7 di Samsung e G5 di LG.

Potranno essere utilizzati i componenti hardware standard dei dispositivi, tra cui accelerometro e sensore giroscopio, per un efficiente head tracking, ed un software opportunamente sviluppato per visualizzare menu, tracciare immagini tridimensionali nello spazio, evitando il lag che potrebbe abbattere la godibilità di questa esperienza: le nuove applicazioni VR saranno uno dei nuovi campi in cui il mondo Android potrà fiorire, e da cui i supporter di Qualcomm si aspettano tante interazioni a partire da metà 2016.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili