logo gnubik

Microsoft, Cortana sbarca su Android: le ultime notizie

In arrivo anche sul celebre OS open source Android Cortana, il primo tentativo di Microsoft di avvicinare un ottimo assistente virtuale agli utenti, con capacità predittive e di ricerca online più che soddisfacenti.

L'OS open source per eccellenza sarebbe pronto a munirsi dell'ultima incarnazione di Cortana, l'ottima assistente virtuale che, prendendo il proprio nome da un popolare personaggio della serie di Halo, diventerà probabilmente un compagno inseparabile anche per alcuni utenti Android: l'applicazione è infatti in closed beta per alcuni utenti selezionati statunitensi e cinesi, iscritti al programma Windows Insider.

Cortana sbarcherà anche sui dispositivi con su installato iOS entro la fine dell'anno, coprendo così quasi completamente tutta l'attuale panoramica di sistemi operativi mobile. Tra i primi feature che potremo scoprire ci sono, oltre alle ormai diffuse opzioni di ricerca vocale, anche le cosiddette "predictive searches", o ricerche predittive, in grado di anticipare le intenzioni dell'utente basandosi sulla timeline della sua cronologia o semplicemente di alcune azioni compiute su smartphone o tablet.

Per questo motivo, Cortana creerà per ogni utente un profilo personalizzato, anche per quanto riguarda gli utenti Android, che possono comunque ricercare l'APK dell'applicazione senza attendere l'uscita dalla closed beta della più recente versione dell'assistente virtuale. Cortana permetterà inoltre la possibilità di prendere appunti, consultare le previsioni meteo o gli eventi più trendy che prenderanno luogo nei nostri dintorni, con un grado di precisione effettivamente più raffinato rispetto ai risultati di ricerca restituiti dai comuni search engine.

Grazie all'integrazione con Bing, Cortana consentirà ricerche più puntuali e precise in merito a determinati problemi, in attesa dell'evoluzione effettiva che le permetterà di conoscere i nostri argomenti di maggiore interesse e ciò su cui desideriamo ottenere più notifiche, integrandosi con altre app (tra cui i servizi di geolocalizzazione), per un'esperienza certamente più interattiva anziché passiva con i nostri device.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili