logo gnubik

Google Tilt Brush: quando arte e realtà virtuale vanno di pari passo

Anche Google si è finalmente decisa, dopo un indubbio susseguirsi di successi nel mondo dell'intelligenza artificiale, della robotica e degli algoritmi, ad entrare nel mondo della realtà virtuale spronata dai successi di Oculus Rift e l'imminente lancio di Playstation VR, l'headset che conferirà al mondo videoludico e non solo la dimensione di realismo e immersività completa che ognuno ha sempre sognato.

Il nuovo progetto di Google prende infatti il nome di Tilt Brush, e ha a che vedere un interessante connubio tra arte e digitale, due mondi complementari e spesso più vicini a loro di quanto si pensi. Il software in questione è adattato al visore HTC Vive, ed è da poco tempo arrivato sulla piattaforma Steam pronto a farci creare in piena libertà delle opere 3D, esplorando così il potenziale artistico presente in ognuno di noi.

Il software Google ci permette di scegliere colori, pennelli e una superficie di disegno pari all'ampiezza del mondo vero e proprio: l'ambiente circostante diventa quindi un universo da arricchire con effetti e texture che non hanno nulla da invidiare alle classiche simulazioni ambientali. Le opere create col visore Vive e Tilt Brush saranno poi esposte all'interno di installazioni personali e, volendo, musei, pronte ad essere fruite dal pubblico che ci meritiamo.

Lo spazio che è possibile decorare e dipingere in questo modo è per ora di ben 16 metri quadrati, e potremo fare uso di due speciali controller in dotazione per aumentare il feeling sulla nostra "tela": l'arte del futuro diventa quindi più vicina che mai, grazie alle intuizioni Google che non smettono mai di stupire.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili