logo gnubik

Zenzero: proprietà, controindicazioni e rimedi naturali

6 novembre 2015

Arrivato dall'oriente, lo zenzero, altrimenti noto come ginger, è quella radice di colore chiaro che profuma di limone ed ha un sapore bello piccante. Si tratta di una pianta erbacea perenne della famiglia delle Zingiberaceae.
Questa radice, che noi troviamo al naturale ma anche sotto forma di spezia in polvere, è largamente adoperata nelle cucine giapponesi e cinesi: la si usa per le zuppe, per le salse, per accompagnare il sashimi e per la preparazione di piatti speziati e piccanti. Non solo, è da sempre conosciuto anche come rimedio naturale per diversi disturbi.

ATTENZIONE: questo articolo è stato scritto a scopo informativo, pertanto non è da considerarsi una prescrizione medica. Prima di assumere rimedi naturali a base di zenzero consultare il medico.

Zenzero: proprietà e benefici

Lo zenzero si compone di:

  • oli essenziali come lo zingiberene
  • gingeroli e shogaoli
  • acqua
  • carboidrati
  • proteine
  • amminoacidi
  • sali minerali tra cui manganese, calcio, fosforo, sodio, potassio, magnesio, ferro e zinco
  • vitamine del gruppo B, vitamina E
  • resine e mucillagini

Fra le proprietà dello zenzero segnaliamo:

  • proprietà digestive e carminative, grazie allo stomachino facilità le funzioni dello stomaco e previene dispepsia e coliche poiché riduce la formazione di gas intestinali;
  • proprietà stimolanti, aiuta la circolazione specialmente quella periferica;
  • proprietà antinfiammatorie, è molto utile soprattutto contro i dolori alle ossa ed alle articolazioni ma anche contro le infiammazioni;
  • proprietà antiemetica, lo zenzero contrasta la nausea ed il rigetto nonché le vertigini;
  • proprietà antipiretica, è un rimedio naturale contro la febbre, il raffreddore, la tosse in particolar modo la tosse grassa con eccessiva produzione di muco;
  • proprietà anti ipercolesterolemiche, lo zenzero aiuta a controllare i livelli di colesterolo;
  • proprietà antidiarroiche; lo zenzero è un buon rimedio naturale contro la dissenteria;
  • proprietà anticoagulanti e cardioprotettive, ovvero aiuta a mantenere il sangue fluido e le arterie pulite;
  • proprietà defaticanti, lo zenzero aiuta a combattere stress, stanchezza ed inappetenza;
  • proprietà antiossidanti, rallenta l'invecchiamento delle cellule e l'azione dei radicali liberi.

Zenzero: controindicazioni

E' preferibile non assumere contemporaneamente farmaci e rimedi allo zenzero. Non è inoltre consigliato a chi soffre di calcoli biliari.

Zenzero: rimedi naturali

Lo zenzero può essere utilizzato per la preparazione di diversi rimedi naturali. Pensiamo al ginger ale, nato come bevanda per calmare i bruciori di stomaco e la nausea, mentre l'acqua di zenzero veniva usata come rimedio contro i malesseri dati dal sole e dal troppo caldo.

In caso di eccessiva tosse, mal di gola e catarro è molto utile una tisana di zenzero e timo. Si prepara pulendo una porzione di radice, ne bastano due fettine, che si mettono a bollire con due cucchiaini di timo secco. Si fa bollire per cinque minuti. Quindi si lascia in infusione altri cinque minuti, si filtra e si beve. La sola tisana di zenzero può esser bevuta sia per combattere i mali di stagione, sia per gli attacchi di emicrania, sia fredda come bevanda rinfrescante.
In caso di gengiviti, mal di gola o alitosi, basterà semplicemente bollire la radice, far freddare completamente la tisana ed usarla come collutorio e per i gargarismi.

Un utile cataplasma, contro i dolori articolari, si ottiene frullando una radice di zenzero con il gel di una foglia d'aloe a cui uniamo un cucchiaino di curcuma in polvere e tre cucchiai di sale. Si mescola il tutto, si filtra l'eventuale acqua e si applica sull'articolazione dolorante.

Contro il ml d'auto o il mal di mare, o una nausea improvvisa, si può masticare un pezzetto di radice di zenzero fresco.

Per quanto riguarda i rimedi naturali con l'olio essenziale di zenzero, esso è utile per i massaggi e per l'aromaterapia, ma per uso interno è necessario chiedere il parere del medico.

Naturalmente è bene usarlo anche in cucina specie per stimolare l'appetito e scacciare la stanchezza, quindi consumarlo grattugiato sulle pietanze o tagliato a fettine.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili