logo gnubik

Vesciche: rimedi naturali

Vesciche: rimedi naturali

Ti è mai capitato di soffrire di vesciche ai piedi? A me è successo,  causa di un paio di stivali la cui suola mi ha creato delle terribili vesciche sulla pianta del piede e mi sono subito informata sui rimedi naturali perché erano davvero dolorose.
Le vesciche altro non sono che bolle di liquido che si formano sulla pelle danneggiata. La funzione della vescica è quella di ammortizzare gli urti e permettere al tessuto danneggiato di ripararsi, tuttavia le bolle possono anche infiammarsi o riempirsi di sangue o di pus, in questo caso occorre fare attenzione.

Vesciche: cause e sintomi

In quali casi si formano le vesciche? Qual è la loro causa?
In primis sappiamo che molto spesso è un problema derivante dalle calzature non adatte, troppo strette, in altri casi può trattarsi del piede d'atleta e quindi la formazione delle bolle è di natura micotica.
Le vesciche però possono formarsi anche in conseguenza ad un'allergia ad esempio oppure può essere una reazione all'iperidrosi ed in questo casi i sintomi principali sono il prurito ed il rossore. Non è escluso che le vesciche conseguenti a tali cause si manifestino anche sulle mani.
Abbiamo parlato d'iperidrosi, ovvero l'eccessiva sudorazione, ma anche la disidrosi può essere un problema che causa vesciche ed eczemi.
Infine altre cause possono essere: un eccessivo attrito sulla pelle, scottature, malattie come ad esempio la varicella, herpes zoster, labiale o follicolite o dermatiti da contatto causate da saponi o creme.
In casi più particolari che rari, le vesciche possono esser causate da morsi di ragno e cimici di letto, si riconosco per l'immediato prurito che scatenano.

Le vesciche compaiono solitamente sulla piana del piede, ma non è raro che si formino anche fra le dita dei piedi. Sovente la formazione di vesciche si accompagna a prurito, gonfiore, bruciore, dolore, pelle secca o screpolata. In alcuni casi particolari possono insorgere piaghe o febbre, soprattutto nei bambini, in questi casi è indispensabile consultare il medico poiché potrebbe esser in atto un'infezione.

Vesciche: i rimedi naturali

Le vesciche che non comportano complicazioni e che non sono oggetto di infezioni possono essere curate con i rimedi naturali, vediamo quali sono.
 

Rimedi naturali per le vesciche:

  • impacchi di aceto e cipolla tritata
  • lavaggi con acqua e sale o bicarbonato
  • applicazione di creme alla calendula
  • impacchi con camomilla tiepida
  • rimedi erboristici a base di consolida maggiore o iperico
  • applicazione di gel d'aloe fresco, specie se la causa è una scottatura
  • massaggi con olio d'oliva sulla pelle arrossata o screpolata o prude

Questi sono i rimedi più immediati e semplici. Se la causa è di natura fungina si consiglia di trattare la parte con un batuffolo di ovatta bagnato con olio d'oliva e una goccia di tea tree oil. Bene anche l'olio di limone o di lavanda, ma sempre diluito con l'olio d'oliva, mai applicato puro. Si possono fare anche impacchi di aglio tritato che è un ottimo antibatterico.

Se vi è qualche piccola ferita, poiché magari la bolla si è aperta, si può applicare un pezzetto di buccia d'arancio (solo la parte arancione non la bianca) fermata da un cerotto, da cambiare ogni giorno fino ad avvenuta cicatrizzazione.

Attenzione: se la bolla è in una zona sensibile va messa al riparo con un cerotto grande e morbido, che ferma magari una garzina sterile, di modo che non subisca danni e guarisca da sola. Evitiamo che la bolla venga a contatto con sporcizia, polvere, terra o altro. Occorre lavare la parte spesso ed applicare il bendaggio di modo che la bolla non si rompa e non s'infetti. Non bucare mai le vesciche specie se dovute a scottature!
E se la vescica si rompe ed esce pus o sangue? Lavare bene la zona e disinfettare, proteggere la zona con un bendaggio sterile e pulito, quindi parlarne con il medico che provvederà alla prescrizione di pomate adatte.

Consigli: quando si è in casa evitare calze, calzini e scarpe strette. In presenza di vesciche tenere il piede asciutto e senza calze (con la zona protetta dal bendaggio) per favorire la circolazione e l'aerazione.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili