logo gnubik

Timo: proprietà, benefici e rimedi naturali

30 dicembre 2015

Il timo è una pianta aromatica a noi ben nota, perché la adoperiamo in cucina per condire gli alimenti. Tuttavia si può anche adoperare per fare dei rimedi naturali. Vediamo come e perché.
Il suo nome, timo, è di origine greca e significa forza, o intraprendenza, e secondo un'antica credenza risveglierebbe queste sensazioni in chi ne fa uso. Si suppone che fosse noto agli egizi e che lo usassero nelle tecniche d'imbalsamazione, mentre i greci erano specialisti nel miele al timo ed i romani sono gli artefici della leggenda secondo cui un infuso di timo infonderebbe coraggio. Quello che in pochi sanno è che in epoca medievale, anche il timo assunse un significato magico rituale: metterne un rametto sotto il cuscino teneva lontani gli incubi o lo si regalava per augurare buona fortuna.
L'arbusto del timo è una pianta perenne: si presenta con un fusto legnoso, ramificato, alto 50 cm massimo, in forma di cespuglio raccolto; le foglie sono piccole e affusolate, sul verde/grigio, i fiori sono di colore bianco-rosato.
Come dicevo si è abituati ad utilizzarlo in cucina, per condire gli arrosti soprattutto ma dopo questo articolo potreste vederlo in luce diversa. Scopriamo i benefici e le proprietà.

Timo: proprietà, benefici e controindicazioni

Il timo deve le sue proprietà in buona parte alla ricchezza dei flavonoidi ma anche alla presenza di oli essenziali quali timo, borneolo, fenolo, pinene, timolo e litanolo; contiene inoltre vitamine del gruppo B e C.

Vediamo quali sono le proprietà del timo:

  • antisettiche, un uso molto diffuso del timo era quello disinfettante;
  • antispasmodiche, una proprietà nota fin dai tempi antichi difatti si adoperava il timo contro l'asma, le infezioni dell'apparato urinario;
  • vermifughe ed antifungina, aiuta ad eliminare batteri, muffe e funghi;
  • digestivo e carminativo, sono noti i suoi benefici sull'apparato gastrointestinale, ha il inoltre la proprietà di favorire l'appetito;
  • antinfiammatorio, usato appunto le infiammazioni dell'apparato urinario e respiratorio nonché contro l'emicrania;
  • fluidificanti, ottimo contro il catarro;
  • balsamiche, difatti è un noto rimedio naturale per il raffreddore;
  • defaticante, si può utilizzare il timo per alleviare la tensione dei muscoli dovuta allo stress;
  • sgrassante, molto efficace contro il cuoio capelluto grasso;
  • antiossidante, contrasta difatti l'azione dei radicali liberi;
  • regolarizzante del flusso mestruale.

Controindicazioni del timo
Sebbene sia un buon rimedio naturale, è meglio non abusarne.
Fra gli effetti collaterali si registrano:vomito, astenia, nausea, difficoltà respiratorie, bradicardia, diminuzione della temperatura corporea e reazioni allergiche cutanee. In quantità elevate risulta tossico.
Non adoperare in gravidanza ed allattamento. Sconsigliato a chi soffre d'ipotiroidismo.
In caso di effetti indesiderati sospendere l'assunbzione e consultare il medico.

Timo: rimedi naturali

Come abbiamo visto il timo è anche un valido alleato per la salute. Ecco alcuni rimedi naturali da fare in casa.
 

Ricetta tisana di timo
2 grammi di foglie di timo essiccate, 200 ml di acqua bollente. Versare le foglie nell'acqua bollente, per una decina di minuti, coperto, filtrare e bere. La tisana è ottima contro le affezioni dell'apparato respiratorio, per digerire e contro le infiammazioni della vescica. Io da fredda la uso anche come tonico per il viso.

Ricetta decotto di timo
Un rametto di timo, un bricco di acqua. Mettere a bollire l'acqua con il rametto di timo, far bollire dieci minuti, spegnere e lasciar freddare. Filtrare ed utilizzare freddo come disinfettante, antisettico, antibatterico o anche collutorio, oppure da aggiungere allo shampoo in caso di cute grassa o per contrastare la caduta dei capelli.

L'olio essenziale di timo è adatto per massaggi defaticanti (non va usato puro ma diluito in un altro olio base, come l'olio di mandorle dolci!) e suffumigi.

Interessante la ricetta dell'aceto dei quattro ladri: si lasciano macerare in un litro di aceto bianco un cucchiaio di foglie di timo, salvia, lavanda e rosmarino. Si filtra dopo una settimana e si usa per massaggi sugli arti doloranti, annusandolo contro il mal di testa.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili