logo gnubik

Combattere i malanni autunnali con i semi

semi e rimedi naturali

Arriva l’autunno, stagione bellissima e ricca di fascino e di malanni. Già, perché è risaputo che, assieme ai primi freddi, arrivano anche tanti nuovi malanni di stagione, come stanchezza, sonnolenza, raffreddore e mal di gola.

Il modo migliore per affrontare questi problemi è con l’aiuto della natura.
Ci sono tanti rimedi che arrivano direttamente dalla natura e che possono aiutare ad affrontare con energia la stanchezza ed il malessere che talora i primi freddi portano con sé. Vediamo quindi quali sono i migliori rimedi per rinforzare le difese immunitarie contro i malanni stagionali.

Rimedi della nonna contro i malanni stagionali

Il primo modo di combattere il malessere dei primi freddi con la natura è quello di avere un’alimentazione corretta. Questo significa che bisogna partire già dalla mattina con una colazione energetica, completa e sana che fornisce tutta l’energia che serve per affrontare la giornata.

Per esempio, una colazione che includa frutta (specialmente agrumi, che con la vitamina C aiutano a mantenere alte le difese immunitarie), kiwi, yogurt (utile soprattutto perchè rinforza la flora batterica dell’inastino) è sicuramente il modo migliore di iniziare la giornata all’insegna del benessere e di non farsi trovare impreparati di fronte ai malanni dei primi freddi.

Questi alimenti possono anche essere comodamente portati in ufficio, per esempio per integrare un pranzo di lavoro, e sono molto utili perché aiutano il corpo a resistere al freddo ed alle sue conseguenze dannose sull’organismo.

I semi di zucca contro i malanni stagionali

È noto che le proprietà dei semi per la salute siano tante e variegate. I semi di zucca sono senza dubbio una vera toccasana per il corpo, soprattutto nel periodo dell’autunno e dell’inverno, quando calano le difese immunitarie e si diventa più sensibili alle malattie.

Le numerose proprietà dei semi di zucca li rendono un alimento assolutamente completo per la stagione fredda. I semi di zucca contrastano i sintomi dell’influenza e sono perfetti da assaggiare tostati, ovvero con il pane, ma anche da soli (per esempio come aperitivo) oppure nello yogurt bianco o nell’insalata da portarsi in ufficio.

Anche il Ministero della Salute, qualche anno fa, aveva consigliato di fare scorta di semi di zucca in quanto essi sono una fonte di carotenoidi, precursori della vitamina A la quale stimola il sistema immunitario e quindi attiva le difese contro le influenze e i malesseri tipici dell’inverno.

Non solo: i semi di zucca, oltre che stimolare le difese immunitarie, sono anche una fonte di zinco, noto perchè aiuta a prevenire un altro fastidioso disturbo tutto invernale: il raffreddore.
Nei semi di zucca si trova anche la vitamina E, anch’essa utile a prevenire molti disturbi del periodo freddo, ma anche gli acidi grassi essenziali omega 3, gli stessi che si trovano anche nel pesce e che aiutano il cuore, mantenendo in salute. È stato anche dimostrato che l’omega 3 combatte l’invecchiamento delle cellule del cervello, protegge dalle malattie neurovegetative, e dalla demenza, e aiuta il sistema cardiovascolare riducendo il rischio di infarti.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili