logo gnubik

Unghia incarnita: cause, sintomi e rimedi

16 novembre 2015

L'onicocriptosi, altrimenti chiamata unghia incarnita, è un disturbo causato dalla lamina delle unghie che cresce verso il basso infilandosi nella carne. Si tratta di un processo lento che avviene sulla parte laterale delle unghie. Qualsiasi unghia può esserne colpita, ma prevalentemente ne è afflitto l'alluce. Anche le mani possono esserne afflitte ma accade più raramente.

Unghia incarnita: cause

La domanda che tutti si pongono è: ma perché le unghie s'incarniscono?
Le cause sono molteplici:

  • l'uso di calzature troppo strette, se siete delle ballerine e come me avete usato le punte è molto probabile che soffriate di unghie incarnite
  • tagliare l'unghia arrotondandola ai lati è una delle cause, poiché quando ricresce l'unghia tenderà a penetrare la carne
  • traumi subiti all'unghia
  • il sovrappeso
  • l'alluce valgo o altre patologie biomeccaniche dell'alluce
  • scarsa igiene
  • infezioni micotiche
  • eccessiva sudorazione
  • l'artrite
  • interventi di chirurgia sulle unghie dei piedi con esiti non positivi
  • postura scorretta
  • in ultimo può trattarsi di un problema congenito, ad esempio l'unghia troppo grande e può essere un problema ereditario (come l'alluce valgo d'altronde)

Fra i fattori d'incidenza notiamo:

  • l'età, sono più colpiti gli adolescenti
  • lo sport, in particolare ne è soggetto chi gioca a calcio o fa danza
  • l'ereditarietà, chi ha almeno un genitore che ha avuto questo problema può presentarlo a sua volta.

Unghia incarnita: sintomi

Riconoscere un'unghia incarnita non è difficile, soprattutto perché fa male. Basta osservare il dito, il bordo ungueale si presenta rosso, gonfio, tumefatto, con ispessimento della pelle, dolorante al tatto e vi può essere formazione di pus. Vi può essere anche un cambiamento di colore dell'unghia, che va dal giallo al nero. nel punto incriminato.
ATTENZIONE: perché è importante parlarne con il medico? L'eventuale infezione può esser favorita da patologie associate, quali il diabete o patologie a carico del sistema immunitario ad esempio, inoltre in caso di dolore acuto ed impossibilità d'intervenire, il dottore potrà prescrivere una visita dal podologo che valuterà la necessità o meno di un intervento di rimozione dell'unghia. Non sottovalutate l'unghia incarnita in quanto può dar luogo ad ulcere.

Unghia incarnita: rimedi e prevenzione

Il primo consiglio ovviamente riguarda il taglio dell'unghia, non va eseguito un taglio arrotondato ma un taglio squadrato con al massimo l'eliminazione degli angoli. Il taglio arrotondato sembra più consono ma favorisce l'incarnimento dell'unghia. E' inoltre preferibile non tagliare le unghie troppo corte.

In secondo luogo mai scoppiare le vesciche che possono formarsi, se si fanno attività sportive è importante ricordarsi di proteggere le unghie con delle bende.

Evitare inoltre calzature troppo strette e scarpe o calzini che fanno sudare i piedi, usare le ciabattine in piscina e nei bagni comuni.

Ricordarsi fondamentalmente di lasciare spesso i piedi liberi di respirare, senza calze né scarpe, ma soprattutto asciutti e curati. Se si incontrano difficoltà nel taglio delle unghie e nella cura ci si può rivolgere anche ad un'estetista.

Cosa fare dunque?

Fra i rimedi naturali contro l'unghia incarnita, si consigliano:

  • pediluvi tiepidi con bicarbonato di sodio e sale e l'applicazione di un antibatterico tramite un piccolo batuffolo di cotone da inserire sotto l'unghia
  • usare un bendaggio elastico particolare per separare l'unghia dalla cute e favorire la fuoriuscita del pus
  • per evitare l'attacco di batteri, può esser utile strofinare uno spicchio d'aglio sui bordi dell'unghia
  • in caso di unghia incarnita sono degli interessanti rimedi naturali, l'applicazione d'impacchi d'aceto, o succo di limone, o di gocce di olio tea tree miscelate ad olio d'oliva. In alternativa si può optare per l'olio essenziale di malva, sempre da diluire in un olio vegetale, le cui proprietà sono antinfiammatorie e lenitive. Il succo di pomodoro è il classico rimedio della nonna, ma io suggerisco l'aglio è un antibatterico più potente
  • con delle forbici sterilizzate si cerca quindi di sollevare l'unghia e tagliare il pezzo in più che crea dolore (l'esecuzione è dolorosa se non si riesce rivolgersi al medico). Se riuscite a tagliare il pezzo ma la situazione non migliora andate dal medico. Non intervenite in caso di pus, lesioni ed ulcere
  • la matita a nitrato d'argento è un prodotto che può esser utilizzato dopo la risoluzione del problema, si sfrega nel punto in cui l'unghia tende ad incarnirsi e si noterà come questa ricresca molto più lentamente dandovi il tempo di curarla e monitorarla

L'intervento di rimozione dell'unghia, detto avulsione, si esegue nei casi in cui l'unghia incarnita crea una grave infezione e non può esser curata altrimenti. L'intervento viene eseguito in anestesia locale a cui segue una terapia antibiotica.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili