logo gnubik

Tumori della pelle come riconoscerli

6 aprile 2016

Tumori della pelle come riconoscerli

Tumori della pelle come riconoscerli: sai capire se un neo è maligno o no?
Stiamo tutti aspettando l'arrivo dell'estate, del caldo e del momento in cui potremmo farci un tuffo in mare ma come ogni anno: attenti al sole!
La possibilità di svestirsi e togliersi strati di vestiti esponendo la pelle, ci da la grande occasione di dare un'occhiata al nostro corpo e osservare vecchi e nuovi nei che purtroppo possono rivelarsi dei melanomi, ossia dei tumori della pelle.

Tumore della pelle: quanto ne sai?

Cos'è un neo? E' un agglomerato di melanociti, ovvero le cellule che producono la melatonina, se crescono in maniera incontrollata ed anomala posson trasformarsi in cancro della pelle.
Chi è più a rischio? I fototipi con pelle e capelli chiari, chi si espone al sole senza protezione, chi ha una predisposizione ereditaria, chi ha lentiggini voglie o nei più grandi del normale e le persone di età compresa tra i 30 ed i 60 anni
Perchè il sole aiuta lo sviluppo dei tumori della pelle? L'esposizione ai raggi ultravioletti senza filtri solari, facilita la comparsa di scottature e danneggia le cellule del derma, ne provocano la morte o la crescita incontrollata.
Quali sono le zone più a rischio? Facile, le più esposte: viso, orecchie, collo, cuoio capelluto, spalle e dorso.

Tumori della pelle: classificazioni del tumore

Il cancro della pelle si classifica in base alla natura delle cellule che lo hanno originato:

  • carcinomi spinocellulari, derivanti dal derma esterno, ovvero dalle cellule superficiali, i margini non sono ben definiti, sono ulcerosi ma non sanguinano;
  • carcinomi basocellulari, hanno origine dalle cellule basali ovvero dallo strato profondo del derma, la loro dimensione aumenta gradualmente e son duri al tatto

Queste due tipologie rappresentano l'origine della maggior parte dei tumori che sono comunque curabili mentre invece i tumori che si sviluppano dai nei sono i più pericolosi, sovente guariscono ma ricompaiono.

Tumori della pelle come riconoscerli

Come si riconosce un tumore della pelle? Come si fa a capire se un neo è benigno o maligno? Basta ricordare l'alfabeto: A, B, C, D, E.

  • A per Asimettria ovvero la forma: un neo buono è tondeggiante
  • B per Bordi che non devono essere irregolari
  • C per Colore che deve rimanere lo stesso e non variare nel tempo
  • D per Dimensione, un neo benigno non cresce e non s'ingrossa
  • E per Evoluzione ovvero vanno osservati i cambiamenti, se non ce ne sono tanto meglio

Guida alla sintomatologia

Non è bene che un neo sanguini, o si squami o cambi colore, forma e dimensione. Occorre stare attenti anche ai dolori ossei, affaticamento, perdita di peso e mal di testa

Tumori della pelle: cosa fare

  • controllare sempre i nei
  • rivolrgersi ad un dermatologo per la mappatura dei nei
  • non esporsi mai al sole senza protezione
  • non grattare o scorticare i nei
  • non cercare di rimuovere i nei in nessun modo
  • non usare creme sui nei che non siano consigliati dal dermatologo
  • limitare l'uso di lettini e lampade abbronzanti
  • assumere integratori di  vitamine A, C, E, coenzima Q e betacarotene

E' importantissimo se si notano delle variazioni o dei cambiamenti sospetti dei nei, consultare subito un dermatologo che farà una diagnosi accurata, curando così in tempo l'eventuale problema.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili