logo gnubik

Dieta Sirt: perdere peso velocemente

4 luglio 2016

Dieta Sirt: perdere peso velocemente

Perdere peso velocemente? Adesso è di moda la dieta Sirt.

Secondo un'indagine del Cosmopolitan, sono sempre più le persone che preferirebbero perdere 3 chili piuttosto che avere un aumento.
C'è da riflettere dunque, prima d'iniziare questa e qualsiasi altra dieta, ne siete davvero sicuri? Prendo me come esempio: sono sempre stata sottopeso, poi normopeso e adesso sono una curvy, non grassa ma non magra. E sto bene così per ora, faccio attenzione all'alimentazione, un po' di docce scozzesi per tonificare, qualche trattamento fatto in casa e movimento quando trovo il tempo.
Detto questo, passiamo alla dieta del momento.

Dieta Sirt: cos'è?

Kuna ed Okinawa sono due popolazioni, la prima dell'India e la seconda del Giappone, che hanno in comune il regime alimentare Sirt.
Questa dieta è stata studiata da due nutrizionisti inglesi Aidan Goggins e Glen Matten ed è stata sperimentata dalla famosa cantante Adele che avrebbe perso 30 chili in un anno.
Come funziona la dieta Sirt?
Pare proprio che questo regime alimentare riesca ad attivare le sirtuine ovvero dei regolatori metabolici che aiutano a bruciare i grassi senza intaccare i muscoli. Stando a quello che si dice determinati cibi riprodurrebbero le condizioni del digiuno e dell'attività sportiva. Sarà vero?

Dieta Sirt: come seguirla

Per prima cosa occorre calcolare il proprio indice di massa corporea (non si può seguire la dieta Sirt se si è normopeso o sottopeso).

Fase 1: durata 7 giorni, 1000 calorie al giorno, restrittiva
 

Primi 3 giorni: 3 succhi + 1 pasto solido

Durante la giornata sono consentiti 3 succhi verdi (prezzemolo, sedano, rucola, sedano, mela verde, limone, tè verde matcha, cavolo riccio) ed 1 pasto solido (gamberoni con grano saraceno + max 20 gr di cacao fondente o miso e tofu con sesamo e verdure condite con zenzero e peperoncino + max 20 gr di cacao fondente o insalata di petto di pollo, cavolo riccio e cipolle rosse o scaloppina di tacchino con capperi, prezzemolo e insalata di cipolle e cavolo riccio ) da consumare prima delle 19.

Quarto giorno: 1500 calorie. 2 succhi + 2 pasti solidi.

I due pasti solidi possono essere costituiti da: muesli accompagnato da yogurt magro, grano saraceno soffiato, scaglie di cocco, datteri, 100 gr di fragole e max 10 gr di fondente. Il secondo pasto può essere costituito da salmone a ferri accompagnato da insalata di cipolle rosse, capperi, sedano e rucola.

Quinto giorno: 2 succhi + 2 pasti

Grano saraceno e fragole nel primo pasto mentre nel secondo merluzzo al foro con contorno di verdure. Frutta a volontà, consigliati fragole, mirtilli ed agrumi.

Sesto giorno: 2 succhi + 2 pasti solidi

Insalatona e salmone affumicato accompagnato da avocado sedano e cipolle rosse, capperi, olio evo, prezzemolo, rucola e noci: per il secondo pasto filetto di manzo ai ferri con vino rosso, cipolla rossa, aglio ed insalata di cavolo riccio con patate arrosto.
Settimo giorno: 2 succhi + 2 pasti solidi
Omelette con 3 uova, 50 gr di pancetta + insalata di radicchio con prezzemolo, rucola ed olio evo.

Fase 2: il mantenimento, durata 14
Regole del mantenimento:
1. 3 pasti equilibrati a scelta fra quelli della prima fase4
2. 1 succo verde da bere a metà mattina, o a colazione, o a metà pomeriggio
3. uno o due spuntini da scegliere fra i cibi consentiti

Dieta Sirt: alimenti permessi.

Il fondamento della dieta Sirt non sta solo nel come mangiare ma soprattutto nel cosa mangiare
Alimenti consentiti:

  • olio extra vergine di oliva (contiene oleuropeina e idrossitirosolo)
  • cipolle rosse (contiene
  • prezzemolo (contiene apigenina e miricetina)
  • radicchio rosso
  • vino rosso (contiene resveratrolo e piceatannolo)
  • rucola (contiene quercitina e kaempferol)
  • peperoncino (contiene uteolina e miricetina)
  • cavolo riccio (contiene kaempferol e quercetina)
  • soia (contiene daidzeina e formononetina)
  • fragole (contiene fisetina)
  • capperi (contengono kaempferol e quercetina)
  • cacao fondente (85% contiene epicatechina e flavonoidi)
  • caffè (contiene acido caffeico e acido clorogenico, non eccedere)
  • levistisco (contiene quercitina)
  • tofu
  • curcuma (contiene curcumina)
  • datteri medjoul (contengono acido gallico e acido caffeico)
  • tè matcha (contiene gallato di epigallocatechina e caffeina, non eccedere max 2 volte al giorno)
  • grano saraceno (contiene rutina)
  • semi di chia
  • cicoria rossa (contiene luteolina)
  • noci (contengono acido gallico)
  • sedano (contiene apigenina e luteolina)

Trovate maggiori info nel libro edito daTre60, Sirt, la dieta del gene magro di Aidan Goggins e Glen Matten  (14,90 euro).

Si consiglia di discutere della seguente dieta con un nutrizionista o un dietologo.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili