logo gnubik

Tumore al seno: come capire se sta per tornare

L'Institute of Cancer Research di Londrache ha eseguito uno studio approdondito sul tumore al seno, prendendo in esame 55 pazienti che avevano maggiori rischi di ricaduta.

Sembra che adesso vi sia un esame del sangue che permette di scoprire, 8 mesi in anticipo rispetto ai classici esami medici, se il tumore al seno sta nuovamente crescendo in seguito al trattamento. Ovvio, resterà la chirurgia il trattamento necessario per rimuovere completamente il tumore al seno, ma purtroppo in caso di metastasi, se già si è diffusa in altre zone, potrebbe tornare.

Ecco che gli scienziati hanno deciso di concentrarsi sull'analisi del DNA del tumore, cercando correlazioni di DNA mutato anche nel sangue. Delle 55 persone prese in analisi, in 15 hanno visto tornare il tumore e il test del sangue è riuscito a "prevenire" il ritorno in 12 casi.

Questo importante studio è stato poi pubblicato sulla rivista specialistica Science Translational Medicine. La speranza è quella di prevenire la comparsa del cancro al seno, capendo anticipatamente quando è potrebbe essere recidivo. In questo modo i medici potranno migliorare i trattamenti e aumentare così la sopravvivenza della persona.

In realtà i ricercatori non vogliono sbilanciarsi troppo e dar farse speranze. Nicholas Turner, davanti ai microfoni della BBC, spiega appunto che «è presto per dirlo - 'è molta strada da fare prima di poterlo utilizzare di routine negli ospedali»

Dal Cancer Research UK, parla Nick Peel, che commenta la scoperta. Ammette che «I campioni di sangue sono un possibile modo di raccogliere informazioni cruciali circa la malattia, pescando frammenti di DNA tumorale rilasciati nel sangue del paziente»

Effettivamente sono già stati utilizzati all'interno di un Istituto Europeo di Oncologia dei test ematici con lo scopo di capire quando vi era appunto il rischio di sviluppare il tumore, in questo caso però al polmone. Anche l'University COllege di Londra ha sfruttato lo stesso sistema per cercare di predire il tumore ovarico.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili