logo gnubik

Pesce fluorescente, lo consuma e finisce all'ospedale

21 settembre 2015

24enne consuma pesce fluorescente, corsa in ospedale. L'alimento era contaminato da batteri.

E' successo a Verona. Una famiglia la mattina di giovedì acquista del surimi, gamberetti e seppie a un ipermercato della città e la consuma durante il pasto serale. Il primo ad assaggiare questo pesce è stato il figlio di 24anni, invalido. Si trovava in cucina e lo ha mangiato prima di sedersi a tavola, solo quando anche gli altri membri della famiglia sono arrivati in cucina si sono resi conto che il pesce era diventato blu fluorescente.

La madre racconta: " Quando ho visto il pesce nel piatto luccicare mi si è gelato il sangue,  non sapevo cosa fare." Racconta di aver subito raggiunto il figlio ma ormai lo aveva mangiato. Ha chiamato il 118 e sono corsi all'ospedale, chiamando nel frattempo anche i carabinieri. All'ospedale hanno sottoposto il 24enne a tutti gli accertamenti del caso ma non ha riscontrato particolari problemi.

E' stato contattato il Centro veleni di Pavia, i quali hanno detto che la fluoorescenza è dovuta a dei batteri che si sviluppano al suo interno in alcune situazioni marine. Tuttavia questi batteri non risultano essere dannosi per la salute.

Il pesce "incriminato" è stato poi preso dai veterinari dell'Asl così che possa essere controllato per bene. Hanno detto i genitori del giovane: " Questa vicenda ci ha lasciato molto da pensare, intanto, abbiamo appreso dai sanitari che in casi del genere bisogna rivolgersi ai veterinari, cosa di cui eravamo all’oscuro." I signori lanciano anche un appello, chiedendo che vi sia una maggior informazione quando si consumano cibi non a norma. Sarebbe bene sapere a chi è il caso di rivolgersi in situazioni del genere.

La cosa più importante comunque è che il ragazzo stia bene e, da questa loro esperienza finita in modo tranquillo, possiamo imparare anche noi qualcosa. Ci invita ad essere noi stessi i primi a far maggior attenzione a cosa consumiamo e soprattutto, a informarci.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili