logo gnubik

Omofobia? Studio choc dice che è un disturbo mentale

15 settembre 2015

Secondo un nuovo studio sarebbero gli omofobi le persone malate, non i gay. Ecco i dati emersi.

Omofobia? Studio choc dice che è un disturbo mentale - L'Università degli Studi dell'Aquila e la Tor Vergata di Roma hanno collaborato insieme, conducendo un test psicometrico su ben 560 alulli dei due atenei. Il test, condotto da alcuni docenti di sessuologia, avrebbe messo in evidenzia che l'omofobia potrebbe essere il segnale d'allarme che vi è un possibile disturbo mentale in coloro che odiano i gay.

Lo studio, pubblicato su Journal of Sexual Medicine evidenzia che l'omofobia altro non è che un disturbo della personalità, il quale porta a odiare gli omosessuali. A scatenare tutto ciò sarebbe la rabbia repressa e la paura.

Uno studio che attirerà contro di se molte polemiche, questo è certo. In fin dei conti, fino a oggi erano ancora tante le persone che credevano che gli omosessuali erano malati. Questa ricerca evidenzierebbe l'esatto contrario.

L'omosessualità non è una malattia, l'omofobia si. Si tratta ovviamente di uno studio e dei risultati emersi da esso e, sempre secondo i ricercatori, sono tante le istituzioni oggi affermate in Italia a far leva proprio sulle fobie di queste persone, aumentando così la loro intolleranza verso i gay. Bisogna far comunque molta attenzione e prendere con cautela tali affermazioni.

Nonostante questa sia una piccola rivincita per le persone omosessuali, con un occhio imparziale possiamo ammettere che lo studio è servito forse a passare più da una forma di discriminazione a un'altra. Anche perché sotto il termine "omofobo" si possono nascondere davvero tante persone che in realtà non hanno mai dimostrato alcun comportamento violento contro i gay, ma hanno però sempre sostenuto alcune cause, come ad esempio la difesa della famiglia natura  o hanno combattuto pratiche come le adozioni in una famiglia gay.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili