logo gnubik

I divorziati sono più propensi a soffrire di attacchi di cuore

Secondo uno studio realizzato in Inghilterra, i divorziati hanno una maggior probabilità di avere un attacco di cuore rispetto ai loro coetanei che rimangano sposati. Un'analisi di 15.827 persone ha mostrato che le donne sono le più colpite da questa patologia e che il rischio è ridotto da poco se queste si risposano. 

Lo studio pubblicato sulla rivista Circulation, sostiene che lo stress cronico legato al divorzio, ha un impatto a lungo termine sul corpo. La British Heart Foundation ha richiesto ulteriori ricerche prima del divorzio visto che questo è classificato come un rischio enorme per il cuore. Sappiamo già che il decesso di una persona cara può aumentare il rischio di un attacco di cuore.

Ora, il team della Duke University, ha dimostrato un effetto simile dopo il divorzio. Nel corso dello studio, realizzato tra il 1992 e il 2010, circa una su tre persone hanno divorziato almeno una volta.  
Secondo la ricerca, le donne che hanno divorziato una volta, avevano  il 24% di probabilità di avere un attacco di cuore, se paragonate a quelle che sono rimaste sempre sposate. Per quelle che hanno divorziato più volte, il rischio di soffrire di attacco di cuore aumentava del 77%. Negli uomini, c'era un modesto 10% di rischio extra per un unico divorzio e un aumento del 30% per quelli con divorzi multipli.

Per il Prof. Linda George, uno dei ricercatori, "questo rischio è paragonabile a quello dell'alta pressione sanguigna o se si offre di diabete, perciò è un problema non indifferente", spiega. "Per gli uomini è più comodo rimanere sposati e avere diverse donne insieme al coniuge", afferma l'esperta per rafforzare l'idea che sono pochi gli uomini che si risposano, mentre le donne non hanno paura di ripetere questa esperienza. Secondo i ricercatori, "Per le donne i primi matrimoni sono quelli più protettivi mentre i successivi diventano un po' "rischiosi". Gli studiosi hanno scoperto che i cambiamenti nello stile di vita, come la perdita di reddito, non potrebbero spiegare un rischio maggiore. 

Principali motivazioni per l'accaduto 

"La mia speculazione è che sappiamo che un dolore psicologico è una fonte di stress constante per il sistema immunitario, per i livelli più elevati di infiammazioni e per l'aumento dello stress ormonale", attesta il Prof. George. "La funzione immunitaria è alterata per il peggio e se continua per molti anni, diventa uno strumento fisiologico”. La specialista attesta che “la differenza sessuale si trova anche nella depressione e che il divorzio è un peso maggiore per le donne anche se non sappiamo con certezza, cosa stia accadendo". 

Mentre le pillole possono ridurre i rischi causati dall'alta pressione sanguigna, non esiste una soluzione facile per superare il dolore dopo un divorzio. I ricercatori consigliano il sostegno degli amici. Per il Prof. Jeremy Pearson, della British Heart Foundation, "sappiamo, da un po' di tempo, che la nostra salute mentale può influenzare la salute del nostro cuore. Questo studio suggerisce che il divorzio potrebbe aumentare il rischio di un attacco di cuore", sottolinea lo specialista, aggiungendo che "i risultati non sono definitivi, perciò sarebbe necessaria un'ulteriore prova prima del divorzio, per ritenerlo un fattore di rischio significativo per la causa di un attacco di cuore", conclude Pearson. 

 

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili