logo gnubik

Silvio Berlusconi: 'quando il gatto non c'e' i topi ballano'

16 ottobre 2015

L'ex presidente del Consiglio dei ministri Berlusconi parla della nuova situazione politica del centrodrestra citando il proverbio 'quando il gatto non c'e' i topi ballano'.

Oggi Silvio Berlusconi  alla conferenza regionale degli amministratori locali di Forza Italia ricordandogli accadimenti politici che si sono susseguiti dopo le sue dimissioni, ha citato un  celebre proverbio: “quando il gatto non c'è' i topi ballano”, specificando che “ i topi alla Camera e al senato hanno fatto festa: ben 49 senatori eletti nel centrodestra hanno dato il voto a un senato pasticciato che non funziona".

Il leader del centrodestra ha aggiunto: "Oggi come allora c'è' un pericolo molto grave, di una sinistra che e' assolutamente minoranza nel Paese ma che, grazie al combinato disposto di riforme e legge elettorale va al governo e ciò' fa si' che quanto accade non si chiami più' democrazia. Per questo sento come allora il pericolo per tutti noi e, nonostante 21 anni di battaglie quotidiane, sento ancora la responsabilità' e il dovere di tornare in campo e di restarci per una battaglia di libertà' e democrazia”.

Per il Cavaliere, Matteo Renzi "ha pulsioni autoritarie e non possiamo consentire che questo avvenga nel nostro Paese". Inoltre in merito alla dichiarazione radiofonica di Renzi in cui lo definisce“ un orologio rotto, due volte al giorno segno l'ora giusta”, ha dichiarato: “Lo ringrazio, io almeno due ore al giorno segno l'ora giusta, lui in un anno ha fatto una sola cosa giusta, togliere la tassa sulla casa. E' un signore  che si e' portato ad essere segretario attraverso primarie manipolatissime e si e' catapultato a palazzo Chigi e governa con il voto di un italiano su sei. Non solo, cambia una legge fondamentale come la legge elettorale e cambia la Costituzione: credo davvero questa non sia una democrazia, che significa governo del popolo mentre questa e' il governo di uno solo".


Infine Berlusconi ha ribadito la sua ferma volontà di continuare a guidare Forza Italia: "Mi sono visto allo specchio e non mi sono visto particolarmente vecchi. Ha visto che bella pelle che ho? Io dico che ce la posso fare, mi sono preso questo impegno e lo prendo con voi: Forza Italia number one in Italia, dobbiamo tirarci su le maniche io sarò con voi".

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili