logo gnubik

Roberto Maroni, ricatto ai sindaci: 'Se accogliete gli immigrati niente contributi regionali"

Il Governatore della Regione Lombardia Roberto Maroni minaccia i sindaci lombardi: niente trasferimenti regionale per chi accoglie gli immigrati. Esplode la polemica.

Roberto Maroni, governatore della Regione Lombardia, porta la discussone sugli immigrati a un nuovo livello. Al livello del ricatto. Perché è questo ciò che il suo ultimo provvedimento, per ora solo ipotizzato, dà la sensazione di essere.

L'ex segretario federale della Lega Nord ha pubblicato ieri sui suoi social uno strano "sondaggio" o, per meglio dire, ha rivolto una domanda agli internauti. Ha chiesto se fossero d'accordo sul taglio dei contributi regionali per quei sindaci che accettano immigrati da Roma. Un tentativo di generare traffico sulle sue pagine o una ricerca di legittimità popolare per una misura che ha in mente? Non è dato saperlo, non ancora, ma il post sta sollevando accese polemiche nel panorama politico.

Le divisioni sono quelle di sempre: il centrodestra schierato su posizioni conservatrici, il centrosinistra schierato a favore dell'accoglienza. A quanto pare, la questione immigrati sembra essere l'unico terreno in cui emergono differenze nette tra i due schieramenti.

Forza Italia e la Lega Nord hanno espresso apprezzamento per l'idea di Roberto Maroni. Ovviamente, con toni diversi. Giovanni Toti, primo consigliere di Silvio Berlusconi e ora governatore della Regione Liguria, ha dichiarato a Sky Tg24: "Il provvedimento di Maroni mi sembra legittimo. Il problema dovrebbe essere risolto a monte mentre viene scaricato a valle". Roberto Salvini ha plaudito al suo predecessore e ha dichiarato che o si fa come Maroni o si arriva al disastro.

Coro di no proveniente dal centrosinistra. Il più auterovole è quello di Piero Fassino, che ha parlato nella doppia veste di esponente PDino e di amministratore locale (è sindaco di Torino e soprattutto presidente dell'ANCI). "Non è accettabile che si minaccino in modo ritorsivo, e illegalmente, riduzioni di risorse ai Comuni che ospitano profughi" ha tuonato poco fa.

Deborah Serracchiani, governatrice del Friuli Venezia Giulia e renziana di ferro, ha richiamato la Lombardia ai suoi doveri di accoglienza e ha rivelato che "la stragrande maggioranza dei migranti nella nostra regione fa attività per i Comuni e dà una mano alla collettività".

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili