logo gnubik

Renzi: “Il terrorismo non si vince solo con le armi”

17 novembre 2015

Renzi in merito agli attentati terroristici di Parigi ha dichiarato che “il terrorismo non si vince solo con le armi”

Stamani il premier Matteo Renzi, in occasione della presentazione del nuovo settimanale “Origami”de “La Stampa", sulla minaccia del terrorismo ha dichiarato di voler tener conto di ogni tipo di intervento, non solamente quello di tipo militare. Poi parlando del pericolo del terrorismo, di cui nessuno può sentirsi immune, Renzi ha affermato che non serve chiudere le frontiere perché spesso la minaccia ed il terrore proviene dall'interno da gente che è nata e vissuta in Europa.

Il presidente Renzi riferendosi ai fatti di Parigi, non vuole parlare di guerra, anche se quello verificatosi venerdì scorso contro la Francia sia stato un vero attacco militare, ma quello che lui ha  definito un “un aggressione alla nostra identità”. Renzi dichiara che preferisce agire con prudenza,  determinazione, strategia  e sopratutto ritiene necessario un accordo con la Libia perché non vuole che si verifichi una Libia bis.

Renzi in merito alla posizione del nostro Paese dopo gli  l'attacchi terroristici di Parigi, ha dichiarato: “L'Italia non si nasconde, è in tanti teatri, ma lo fa senza dichiarazioni roboanti: abbiamo bisogno di un nostro atteggiamento tipico, più di soft power che di hard power. Penso, credo e spero che l'Italia possa reagire non con calma ma con saggezza ed equilibrio, essere all'altezza della grandezza di questo Paese. Poi ha ribadito l'impegno concreto dell'Italia nella lotta contro il terrorismo, con l'espulsione di 55 estremisti e  ben 59mila perquisizioni.

Il presidente del Consiglio ha poi sottolineato l'importanza cruciale della collaborazione russa nella lotta a fianco dell'Europa e gli USA contro il terrorismo, ed espresso la sua fiducia nel presidente Vladimir Putin. Infine in accordo a quanto ha dichiarato il  ministro degli Esteri Paolo Gentiloni il premier Renzi ha affermato  che è importante abbassare i toni della politica interna, perché secondo lui“ il nostro Paese vince tutto insieme e chi rappresenta le istituzioni rappresenta tutto il Paese”.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili