logo gnubik

Renzi: “Il Pd vuole portare in giudizio Grillo”

2 aprile 2016

Matteo Renzi ha dichiarato che il Pd querelerà Beppe Grillo sul caso Guidi

Matteo Renzi, in merito alla mozione di sfiducia, che intende presentare l'opposizione dopo la vicenda del petrolio che ha portato alle dimissioni del ministro Federica Guidi, ha affermato che anche questa volta il Parlamento non li manderà a casa, aggiungendo che mentre i grillini parlano loro stanno cambiando l'Italia.

Beppe Grillo sul suo blog ha accusato la Boschi, il bomba, tutto il governo e tutti i parlamentari Pd e Ncd di essere al corrente delle intercettazioni, quindi di essere complici di ciò, portando avanti una campagna per portate il Governo alle dimissioni.

Per il premier Renzi militanti del Partito Democratico non meritano gli insulti di un pregiudicato, riferendosi a Grillo, aggiungendo che sebbene il Governo non ha intenzione di  raccogliere le loro polemiche, il  Pd invece ha il dovere di reagire.

Il premier ha annunciato che  il Pd ha deciso di querelare in sede civile e penale Beppe Grillo, perché egli non si è limitato alle dure polemiche, anche dure, ma su tale vicenda ha affermato che il Pd 'è colluso e complice, e che tutti hanno mani sporche di petrolio e di soldi.

Renzi, nelle sue recenti dichiarazioni ha affermato che le donne e egli uomini del Pd sono persone per bene, volontari con passione politica, gente che tiene i circoli aperti, organizza i tavolini nelle piazze, fa i tortellini alla Festa dell'Unità. Egli ha aggiunto che accusare il Pd di fare errori o di aver scelto come leader uno non capace significa fare una polemica politica sebbene discutibile, ma accusare di essere complice e colluso, con le mani sporche di denaro e petrolio, invece significa insultare donne e uomini che non lo meritano.

In merito al progetto Tempa Rossa, Renzi ha ribadito che si è trattato di un provvedimento che ha creato molti posti di lavoro, sul quale non è stato commesso alcun illecito, ma solo una telefonato inopportuna. Il primo ministro italiano ha poi specificato che la firma del ministro Boschi all’emendamento che sbloccò il progetto Tempa Rossa, è stato solo di un atto dovuto.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili