logo gnubik

Renzi avverte il Parlemento: se l'Italicum non passa, il governo va a casa

Il premier Mattero Renzi, a Otto e Mezzo, ha affermato: o passa l' Italicum o tutti a casa

Il Premier Italiano Matteo Renzi è stato ospite questa sera della trasmissione televisiva “Otto e Mezzo” de La 7, lanciando un avvertimento al Parlamento.
Durante l’intervista di Lilli Gruber, il Premier ha detto: «Martedì il governo deciderà se porre la questione di fiducia per l’approvazione della legge elettorale», «Se l’Italicum non passa «il governo cadrà. Io non sono qui per stare con le terga attaccate alla poltrona. I signori del Parlamento hanno l’occasione di mandarmi a casa. Lo facciano».

In caso di voto contrario, il Premier salirebbe al Quirinale per dimettersi ed il Presidente Sergio Mattarella dopo le consultazione dovrà sciogliere le Camere ed indire nuove elezioni con la Legge elettorale corretta dalla Consulta.


Poi il Premier si è detto convinto che il Partito Democratico non si spaccherà e che approverà tranquillamente la riferma elettorale.
Matteo Renzi ha attaccato pure l’ex presidente del Consiglio Romano Prodi, che aveva detto di preferire l’Ulivo al «partito della nazione» di Renzi. «Più che rifare l’Ulivo io voglio rifare l’Italia» la replica del premier. E poi lo schiaffo sulla Libia: «L’Italia non ha presentato la candidatura di Romano Prodi al ruolo di mediatore in Libia perché le Nazioni Unite, così ha spiegato Ban Ki Moon, hanno deciso che era meglio non avere un ex primo ministro di un paese che aveva avuto forti relazioni con Gheddafi».
Inoltre sull’ uccisione del cooperante Italiano Giovanni Lo Porto ha detto che l’ Italia ha fatto tutto quello che era possibile per la sua liberazione.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili