logo gnubik

Orlando: “Riforma del Csm entro l'estate”

12 maggio 2016

Andrea Orlando ha annunciato la sua intenzione di riformare il Csm entro l'estate

Andrea Orlando in una recente intervista ha dichiarato che la riforma del Csm è un punto del programma non ancora affrontato, ma verrà fatto.

Orlando ha precisato che entro l'estate conta di  presentare un disegno di legge organico sulla riforma del Consiglio superiore della magistratura, a cominciare dal sistema elettorale.

Il ministro di Grazie e Giustizia, in relazione ai suoi incontri col vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura, Giovanni Legnini,  incentrati  sul diritto delle toghe di partecipare alla campagna referendaria sulla riforme costituzionali, ha affermato che è  è legittimo ma anche salutare che i magistrati contribuiscano al dibattito con le loro opinioni. Legnini, dopo il suo incontro con Orlando ha dichiarato che non c'è' nessun bavaglio, non e' mai stato messo in discussione il diritto di ciascun cittadino, compresi i magistrati, di esprimere la propria opinione.

Circa l'opportunità di intervento dei magistrati nella campagna referendaria, Orlando ha poi affermato che si tratta di una questione di gradazione, specificando che la valutazione dell'opportunità, dei toni e degli argomenti dipende pure dalla funzione svolta.

Il ministro Orlando, sull'ipotesi di velocizzare i processi contro i reati di corruzione, ha dichiarato che al momento attende il testo dell’emendamento per fare una valutazione, aggiungendo di essere disponibile a qualunque proposta che ci faccia fare dei passi avanti e ci aiuti a costruire una strada comune all’interno della maggioranza, anche se viene dall’esterno della maggioranza. 

In merito alla legge sulle unioni civili approvata nelle scorse ore dal governo, il ministro Orlando ha dichiarato che la nuova legge colma un lungo e colpevole vuoto legislativo che ha reso più difficile la vita di tanti cittadini italiani. Egli ha aggiunto inoltre che essa risponde a significative obiezioni che ci erano state imposte dalla corte di Strasburgo, ma soprattutto assegna diritti e doveri alle coppie omosessuali che decidono di costruire un futuro comune.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili