logo gnubik

Mattarella: “Bisogna tutelare i risparmiatori”

22 dicembre 2015

Il Presidente Mattarella, in merito alla vicenda delle banche ha dichiarato che occorre tutelare i risparmiatori

Sergio Mattarella nella tradizionale Cerimonia per gli auguri di fine anno nel salone dei Corazzieri del Quirinale, davanti alle alte cariche istituzionali, ha dichiarato che prendersi cura della Repubblica per costruire il futuro vuol dire tutelare e valorizzare il risparmio.

Poi  in merito a quelli che ha definito "gravi recenti episodi che hanno coinvolto alcune banche locali", Mattarella ha dichiarato la necessità di compiere un accertamento rigoroso e attento della responsabilità, valutando caso per caso.


Per Mattarella i piccoli risparmiatori costituiscono la nervatura dell’economia italiana, rappresentano la leva fondamentale per il finanziamento dell’economia reale, quindi il Capo dello Stato ha voluto sottolineare la necessità della trasparenza, della correttezza, dell'etica degli intermediari bancari e finanziari oltre il rafforzamento delle cautele e delle regole.

In merito alle riforme istituzionali, Mattarella si augura che giungano a compimento durante  questa legislatura e poi lancia un  monito  alle forze politiche, sociali e istituzionali affermando che occorre completare le riforme e  riordinare in modo celere la razionalità del processo legislativo. Per il Presidente occorre una una svolta circa l'uso improprio di strumenti e procedure, riferendosi ai maxi-emendamenti ed all'uso eccessivo della fiducia.


Il Presidente della Repubblica pur ricordando che il 2015 si chiude con un segno positivo per il Pil e per l’occupazione, occorre ancora impegnarsi per una maggiore ripresa economica e per la crescita occupazionale del Paese. Dopo aver lodato i successi delle forze dell'ordine e della magistratura, Mattarella ha elogiato pure i dipendenti pubblici che hanno servito con disciplina e onore il Paese.


Infine, Sergio Mattarella ha parlato della drammatica situazione dei migranti affermando che è “illusorio proteggersi con muri e fili spinati, criticandola proposta della Danimarca che vorrebbe confiscare i beni dei migranti in fuga. Mattarella ha poi aggiunto al riguardo: "Assume un sapore crudelmente beffardo ferire la dignità stessa dei migranti prevedendo addirittura di spogliarli dei beni, una misura che riconduce alla memoria i momenti più oscuri dell'Europa”.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili