logo gnubik

Mattarella a Jakarta: “l'Italia è impegnata in un forte rinnovamento"

9 novembre 2015

Il Presidente della Repubblica ha dichiarato in Indonesia: “l'Italia è impegnata in un forte rinnovamento"

Il Presidente della Repubblica italiana, in occasione della sua visita in Indonesia, accompagnato dal Ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi,  nel suo discorso al Lemhannas di Jakarta, la scuola di pubblica amministrazione indonesiana, ha parlato delle importanti riforme in atto in Italia dichiarando: “L'Italia è impegnata in un profondo rinnovamento. A partire dal 2012 anche a seguito della crisi economico-finanziaria che ha colpito i Paesi partecipanti all’Euro, sono state impostate ed approvate alcune riforme importanti finalizzate a rendere l’Italia più competitiva. Queste sono la riforma del sistema previdenziale, quella del lavoro e quella, più recente, della Pubblica Amministrazione. A queste riforme  si affiancherà ora un’incisiva riforma istituzionale, tesa a differenziare le competenze della Camera dei Deputati dal Senato e quindi a rendere più rapide le procedure legislative”.


“La fine del bicameralismo paritario è un'incisiva riforma istituzionale, tesa a differenziare le competenze della Camera dei Deputati dal Senato e quindi a rendere più rapide le procedure legislative. Serve una pubblica amministrazione ispirata alla affermazione dei valori della legalità, efficiente nella risposta alle esigenze dei cittadini, delle loro famiglie, e delle imprese. Impegnata, infine, nella lotta alla corruzione ed alla criminalità organizzata a tutti i livelli”.


In merito all'Expo e i dati sull'economia, Sergio Mattarella ha dichiarato: “L’Expo di Milano ha assunto, per molti, il valore di esempio del profondo rinnovamento in cui l’Italia è impegnata.  Dopo quasi 3 anni di contrazione, quest’anno il Pil tornerà a crescere. Si tratta di una prima inversione di tendenza, che tutte le previsioni vedono confermata anche nel 2016, quando l’Italia dovrebbe ritornare a un tasso di crescita intorno all’1,5 per cento. Contemporaneamente, segnali positivi arrivano anche sul fronte dell’occupazione”.

In conclusione del suo discorso il capo dello Stato italiano, sottolineando la volontà dell'Italia ad esplorare i mercati del sud-est asiatico ha aggiunto: “La fida della globalizzazione e della complementarità, non bisogna avere mai paura del cambiamento, del confronto, dell’apertura verso l’esterno”.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili