logo gnubik

Marino accusa Renzi di aver portato Roma nel caos

L'ex sindaco di Roma accusa il premier Renzi di aver portato Roma nel caos

Ignazio Marino in una recente intervista a Huffington Post, ha dichiarato che la città di Roma sta morendo asfissiata non solo a causa dello smog, ma anche per l'assenza di politica e di democrazia.

Per l'ex sindaco Marino,  la città sta peggio che con la neve di Alemanno, riferendosi  alla chiusura dei lungoteveri per il guano degli uccelli, e la colpa è attribuibile al premier Renzi che aveva promesso soldi, la città pulita  e l'arrivo dei super eroi.


Ignazio Marino ha dichiarato che Renzi come Berlusconi governa sulla base dei sondaggi e che il suo Pd a Roma è messo molto male. In merito alla proposta di legge del Pd per rinviare le elezioni a Roma, egli ritiene inaccettabile che una capitale europea come Roma possa  essere governata dalla polizia per 2 anni, una scelta molto grave contro cui  i romani andrebbero a manifestare sotto palazzo Chigi.


L'ex sindaco della capitale, in risposta a Renzi che ha dichiarato di averlo cacciato perché si era rotto il rapporto con la città, Marino ha affermato: “ Bene, io lo sfido a fare un giro insieme in un quartiere popolare di Roma. Così verifichiamo con chi il rapporto si è realmente rotto. Stamattina al mercato di Primavalle in tanti mi hanno fermato per una foto, per incitarmi a non dargliela vinta. La cosa che più mi ha commosso è che tutti mi chiamavano sindaco”.


In merito al commissario Francesco Paolo Tronca, Marino ha dichiarato che non sarebbe giusto né onesto attribuire responsabilità al prefetto Tronca, dato che la  responsabilità politica del blocco del piano che a settembre il consiglio comunale aveva approvato per la gestione di 11 miliardi, il contratto per la pulizia di Roma nei prossimi 15 anni, sono sotto la responsabilità di Renzi.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili