logo gnubik

Manovra 2016: Renzi punta al tesoretto da 10miliardi

Il calendario del governo si presenta davvero ricco di impegni e Renzi sta accelerando al massimo la richiesta di risolvere il punto relativo alla riforma del Senato, per potersi concentrare sulla legge che forse gli sta più a cuore, ovvero il patto di stabilità. Si è trattato di una manovra silenziosa, di una richiesta che il governo sta facendo all'Europa per ottenere uno sconto sui conti pubblici italiani, manovra che permetterebbe al governo di respirare e quindi di poter varare un patto di stabilità privo di buchi neri, ma forte di un possibile accumulo di tesoretto.


Lo Stato si impone infatti di mantenere tutti gli impegni presi con il Fiscal Compact, ma chiede flessibilità per arrivare all'accumulo sperato dei 27 miliardi, cifra che permetterebbe a Renzi e al suo governo di poter contare su un ulteriore 'sconto' sul PIL dello 0.4%, il quale potrebbe far incassare 7 miliardi di bonus, spendibili nelle riforme autunnali. L'Italia chiede quindi flessibilità all'Europa, soldi che una volta convertiti potrebbero servire per finanziare la promessa abolizione della tassa sulla prima casa, l'intervento sulle pensioni e il ritocco dell'IRES, l'imposta sul reddito delle società.

È stimato che circa 10 miliardi di euro verranno recuperati attraverso la ben nota spending review, che interesserà soprattutto la sanità, la quale blocca l'aumento della spesa prevista di 3 miliardi che non ci sarà per nulla, in quanto i soldi servono per finanziare altre manovre governative. Una abbondante quota di capitalizzazione arriverà dal rientro dei capitali dall'estero, la cosiddetta voluntary disclosure, il cui limite per la presentazione è slittato di un mese, raggiungendo il time out del 30 ottobre per permettere ai contribuenti che hanno spostato i loro capitali all'estero di farli rientrare con più agilità in patria. L'aumento del Pil dall’1.4 al 1.6% aiuterebbe inoltre a incrementare i fondi e, come una formichina, il governo Renzi si sta quindi impegnando a racimolare il denaro necessario per varare tutte le riforme che si è proposto in questi mesi così densi di impegni.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili