logo gnubik

La riforma della scuola ottiene il via libera a Montecitorio

Riforma Buona Scuola passa alla cameraLa riforma sulla scuola ottiene il via libera definitivo alla camera, dove viene approvata con 316 voti a favore e 137 contrari. Non sono mancati le tensioni all’interno del PD, dove la parte minoritaria del partito non ha partecipato al voto.

A Montecitorio, il governo Renzi ha ottenuto il via libera definitivo della camera per la riforma  sulla scuola oramai nota come la Buona Scuola. Sono stati 316 i voti favorevoli e 137 quelli contrati. A votare contro il provvedimento è stata tutta l’opposizione: Sel, M5s, Lega e Forza Italia.

Per quanto riguarda le contestazioni interne al PD, si è ripetuto lo stesso scenario della votazione finale sull’Italicum, con 40 deputati che non ha risposto alla chiama (alcuni erano assenti giustificati) e quindi non hanno votato la riforma.

I dissidenti del Partito Democratico hanno espresso in un documento le loro critiche alla riforma sulla scuola, auspicando che si possa intervenire in modo incisivo per migliorarlo quando la riforma approderà nel l’altro ramo del parlamento. Dal canto suo, il governo con il ministro Giannini, ha ribadito  che  « il passaggio della legge al Senato sarà sostanziale, non formale, ma i pilastri del provvedimento non saranno toccati».

Ovviamente, la partita definitiva si giocherà tutto al Senato, dove i numeri del governo sono risicati e senza i voti della sinistra del PD difficilmente potrà essere approvata, a meno chè non si dovesse formare una nuova maggioranza come è accaduto per l’Italicum. Ma in questo caso, sembra molto difficile che Forza Italia possa correre in soccorso al governo.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili