logo gnubik

Italia invitata a dire sì alle nozze gay

L'Unione Europea "bacchetta" l'Italia e altri otto paesi membri

Due mesi fa la Corte Europea per i diritti umani condannò il nostro paese per il mancato riconoscimento legale delle coppie gay. Pochi giorni fa è arrivata la richiesta formale da parte dell'Unione Europea di 'fare qualcosa' su questo tema, una richiesta che oltre all'Italia è arrivata anche ad altri otto Stati che non si sono ancora allineati su questo tema. La richiesta interessa la possibilità da parte dello Stato italiano di offrire alle coppie omosessuali delle istituzioni giuridiche come le unioni di fatto registrate, il matrimonio e la coabitazione; questa richiesta è stata inserita nel paragrafo 85 del rapporto sulla Situazione dei diritti fondamentali della Ue che è stato recentemente approvato a Strasburgo.


Dal Movimento Cinque Stelle arriva quindi l'invito a presentare una proposta di norma ambiziosa, che possa dare finalmente un riconoscimento mutuo delle coppie omosessuali, al fine di ridurre gli ostacoli giuridici discriminatori che potrebbero rallentare l'iter e porsi in linea con le richieste del parlamento europeo. Strasburgo ha infatti approvato la condanna alla discriminazione e alla violenza e richiede agli stati membri dell'Unione Europea di sanzionare e punire le cariche pubbliche che stigmatizzano o insultano le coppie omosessuali e transessuali.


Politicamente il parlamento italiano si è spaccato, a causa delle diverse posizioni dei partiti, con Forza Italia e centro che non vogliono assoggettarsi a questo cambiamento della Costituzione e che hanno dato vita a un ostruzionismo che ha attualmente posto il dialogo in una situazione di stallo. Non si tratta solamente della discussione che interessa i matrimoni e le unioni civili delle persone omosessuali, ma che si sviluppa sul tema scottante dei figli e delle future adozioni.

Quale sarà il dialogo su questo argomento? Si tratterà di condivisioni fruttuose o di sbarramenti epocali che mostreranno tutta l'arretratezza dell'Italia su questo argomento? Nel frattempo l'Europa chiede a gran voce un cambiamento, che potrebbe davvero risultare pesante per la situazione politica di questo paese, così veloce di pensiero su certi argomenti, ma così lento e impossibilitato a prendere decisioni chiare sul tema delle unioni civili omosessuali.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili