logo gnubik

Immigrazione, Chiamparino attacca: "Francia spudorata". Rottura delle relazioni diplomatiche?

Il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino lancia un duro attacco contro la Francia. Al centro, il tema dell'immigrazione. Relazioni diplomatiche compromesse?

Sergio Chiamparino, presidente della Regione Piemonte, all'attacco della Francia. Le sue parole, pronunciate a margine delle giornate piemontesi di Expo, restituiscono la cifra delle tensioni che stanno attraversando il confine italo-francese. Al centro, ovviamente, il rifiuto di Parigi di accogliere i migranti provenienti dall'Italia. 

Il numero uno piemontese, che è anche presidente della Conferenza Stato-Regioni, non usa mezzi termini e sfiora addirittura l'insulto. "L'atteggiamento della Francia mi sembra egoista e chiuso ai limiti della spudoratezza: considera Schengen all'esatto opposto dello spirito con cui è nato". Ha poi richiamato i colleghi alla collaborazione. Nello specifico ha invitato gli altri presidenti di Regione a lanciare un messaggio chiaro e forte, espressione di una unità di intenti che, almeno fino a questo momento, è latitata.

Il clima è destinato a deteriorarsi ulteriormente dopo le parole di Sergio Chiamparino. Il no della Francia al passaggio dei migranti ha suscitato parecchie sorprese, nonostante l'amministrazione Holland (che è comunque di centrosinistra) non abbia mai dimostrata molta solidarietà nei confrnti dell'Italia, rispetto ai fenomeni migratori che stanno mettendo in difficoltà la macchina organizzativa e la coesione sociale nel nostro paese.

Con la chiusura della Francia tramonta il sogno, prodotto solo qualche settimana fa, di coinvolgere tutti i paesi nella condivisione degli oneri di accoglienza. Il rischio è quello di esacerbare la vena anti-europeista che, a causa della crisi e dai vincoli finanziari imposti da Bruxelles, si sta ingrossando a vista d'occhio. I partiti che parlano di una uscita dall'Europa sono più di un paio, e assieme potrebbero esercitare una spita non indifferente.

Si temono però conseguenze anche dal punto di vista diplomatico. Personaggi pubblici di entrambi i lati se le stanno dando di santa ragione, e per ogni Alfano che - magari con la voce rotta dal nervosismo - invita alla collaborazione, ecco spuntare un Chiamparino che dà sfoco a tutta le sua vena polemica (che però appare pienamente giustificata dagli eventi).

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili