logo gnubik

Gentiloni sostiene la necessità di corridoi umanitari

29 febbraio 2016

Per Gentiloni occorrono dei corridoi umanitari per far fronte alla crisi migratoria

Il ministro italiano degli Esteri Gentiloni, in una recente intervista ha dichiarato che per fronteggiare il dramma della migrazione non serve alzare muri o steccati, ma operazioni diverse a partire dai corridoi umanitari.


Paolo Gentiloni, ha spiegato che il progetto di questo corridoio umanitario, raggiunto grazie ad un accordo tra il governo, la comunità di Sant' Egidio e la FCEI che consente di accogliere 93 rifugiati che vengono dalla Siria, in particolare dalla città di Homs, è una cosa molto importante sopratutto perché i profughi potranno arrivare i Europa saltando i rischi dei trafficanti di esseri umani e le indicibili sofferenze della migrazione a cui si assiste quotidianamente.

Il ministro Gentiloni ha poi aggiunto che l’Europa è a un passo dal baratro, per lui occorre riscrivere l'accordo di Dublino, perché senza la libera circolazione non c'è il mercato unico, aggiungendo che su questo punto Italia e Germania sono concordi.

Per il ministro degli Esteri, gli Stati di arrivo possono registrare i profughi, ma tutto il resto, ossia dalla sorveglianza dei confini esterni, il contrasto del traffico umano, l’accoglienza dei profughi, fino alle espulsioni deve essere gestito a livello europeo. I n base alle attuali norme, secondo quanto ha dichiarato Gentiloni l’anno scorso Atene avrebbe dovuto non solo registrare gli 850mila profughi arrivati,  ma anche accogliere quelli che avevano un diritto all’asilo e respingere quelli che non lo avevano,  e tutto ciò la Grecia non può farlo da sola..

In merito a ciò, la cancelliera Merkel ha di recente dichiarato che l'Europa non può permettere alla Grecia di sprofondare nel caos, creato dai  migliaia di migranti bloccati in Grecia per via delle restrizioni di altri Paesi. La cancelliera tedesca,  ha ribadito che i ventotto non hanno combattuto per tenere la Grecia nell'eurozona per poi abbandonarla, aggiungendo la sua intenzione di aprire le frontiere tedesche ai migranti.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili