logo gnubik

Elezioni regionali: è 5 a 2 per il centrosinistra. Ancora polemiche in casa Pd

Le elezioni regionali hanno visto la vittoria del centrosinistra in 5 regioni. Al centrodestra vince in due, ma il risultato sulla Campania manca dell'ufficialità. E intanto le polemiche divampano nel Pd.

Alla fine non è stato né 6 a 1, come auspicato inizialmente, né 4 a 3, come pronosticato da Renzi alla vigilia del voto. Le elezioni regionali vanno comunque al centrosinistra, che è riuscita a conquistare cinque regioni su sette. Un risultato pienamente in linea con lo stereotipo che vede il Nord chiaro rifugio del centrodestra, e centrosud più tendenti a sinistra. 

Nello specifico, l'asse Forza Italia-Lega vince in Liguria con Enrico Toti, e in Veneto con Luca Zaia (ricofermato alla guida della Regione). Il Pd e alleati vari ed eventuali vincono in Toscana (Enrico Rossi), Umbria (Catiusca Marini), Marche (Luca Ceriscioli), Puglia (Michele Emiliano) e soprattutto in Campania (Vincenzo De Luca). Quest'ultimo dato è ancora parzialmente incerto, mancandone l'ufficialità. 

Gli altri partiti hanno fatto il bello e il cattivo tempo. La sinistra anti-renziana (il riferimento è a Pastorino in Liguria) ha fatto segnare un comunque incoraggiante 9,4%. Cattivo risultato per Tosi, artefice della fronda leghista (11,8%), che si aspettava certamente di più.

Il Movimento 5 Stelle tiene, nonostante le elezioni locali gli siano tradizionalmente sfavorevoli. Non conquista nessuna Regione, ma fa segnare risultati tra il 15 e il 20%, confermandosi il secondo partito del Paese.

I buoni risultati in casa Pd sono però macchiati dal pesante strascico di polemiche seguito alla pubblicazione della lista "impresentabili da parte di Rosy Bindi" e dalla resa dei conti che, dopo qualche scaramuccia, è stata dichiarata tra i renziani e gli anti-renziani.

La prima a lanciare il sasso, questa mattina, è stata il governatore del Friuli Venezia Giulia, Deborah Serracchiani, secondo cui il Pd ha perso in Liguria "anche a causa della divisione del Pd e di una sinistra che ha ritenuto piu' utile far perdere il Pd piuttosto che continuare un'amministrazione di centrosinistra. Per creare nuovi equilibri politici qualcuno ha preferito consegnare la Regione alla destra".

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili