logo gnubik

Brunetta: “ Serve un centrodestra unito per riconquistare il Campidoglio”

27 ottobre 2015

Renato Brunetta nel suo recente incontro con imprenditori e consiglieri municipali di Roma, ha dichiarato l'intento di Forza Italia a governare il Paese.

Nelle scorse ore, Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia,  durante l'incontro alla Camera con imprenditori, rappresentanti territoriali di associazioni di vari quartieri di Roma, consiglieri municipali e quadri di partito capitolino ha dichiarato: “Roma è stata portata ormai alla sbando da una amministrazione, quella guidata da Ignazio Marino, incapace e lontana dalle esigenze primarie dei cittadini. L'inadeguatezza delle scelte del Pd romano che riflette quella del Pd nazionale, basti pensare alle azioni del duo Orfini-Renzi, ha portato prima alla scelta di un candidato sindaco inadeguato e poi ad un governo cittadino che non è mai entrato in sintonia con la realtà romana”.


Il capogruppo di forza Italia  ha poi aggiunto: “Ora si faccia chiarezza in modo definitivo con l'istituzionalizzazione della crisi comunale. Basta con i diktat dei vertici del Partito democratico che giocano le loro battaglie di potere sulla pelle dei cittadini. Questa città ha bisogno di un vero governo che faccia funzionare i servizi e la faccia uscire dalla crisi d'identità in cui si trova. Per questo Forza Italia guarda con grande ottimismo all'appuntamento con le urne della prossima primavera. Serve un centrodestra unito per riconquistare il Campidoglio e far ripartire Roma”.

Dal canto suo,  il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri ha dichiarato: Poche centinaia di romani che acclamano il Che Guevara de noantri non sono certamente la rappresentanza autentica della Capitale. Il Pd con questa farsa di Marino e Orfini ha mortificato ulteriormente una città già duramente provata. Bisogna voltare pagina e farlo in fretta. Non può essere certamente il Pd a garantire il futuro di Roma e men che mai Marino, personaggio tragico e ridicolo al tempo stesso, incompetente e improvvisato che passerà alla storia per le doppie fatture di Pittsburgh e gli scontrini dei ristoranti romani. Bisogna fare presto e chiudere questa pagliacciata. Marino potrà anche sentirsi Guevara. A noi ci pare sempre più una figura minore di un cine panettone”.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili