logo gnubik

Virginia Raggi: “Se vinco niente Olimpiadi”

29 febbraio 2016

Virginia Raggi, la candidata M5S a sindaco di Roma ha dichiarato di voler risistemare Roma e di essere contraria alle Olimpiadi

La candidata a sindaco di Roma del Movimento 5 Stelle, Virginia Raggi ha reso noto il suo programma politico in caso di vittoria, mettendo in cima le priorità indicate dai stessi romani.

Le tre priorità di Roma sono quindi la trasparenza, il riordino del sistema dei trasporti, dato che Roma è la tredicesima città del mondo ed infine la gestione dei rifiuti che possono essere trasformati in risorse.

In merito alla sua candidatura, Virginia Raggi ha recentemente dichiarato di voler far rinascere la Capitale, per farla ritornare la città del mondo, per far si romani tornino a innamorarsi della propria città. Da recenti sondaggi emerge che nella corsa per il Campidoglio esiste attualmente una situazione piuttosto equilibrata tra la candidata del M5s Virginia Raggi, il deputato Pd Roberto Giachetti e per il centrodestra Guido Bertolaso.

In una recente intervista la Raggi, in merito alle Olimpiadi, da lei definite una grande mangiatoia, ha dichiarato che le Olimpiadi sono un regalo economico a una città che spesso viene usato per costruire grandi opere che restano incompiute. Esprimendo la propria contrarietà alle Olimpiadi, ha affermato che prima di tutto occorre concentrarsi sull'ordinario, aggiungendo che comunque i cittadini saranno informati sui costi e rischi delle Olimpiadi.

La Raggi in corsa per divenire la prima donna sindaco della Capitale,  ha affermato  che intende per prima cosa risistemare la Capitale,  aggiungendo di essere favorevole allo stadio della Roma, a patto che non diventi una speculazione edilizia e di volere il riordino delle società comunali che sono state il bancomat della politica.

La candidata Raggi augurandosi che i cittadini apprezzino la coerenza del suo partito, ha ribadito che ormai è chiaro che  quello che il Movimento cinque stelle dice fa, dato che si  sono tagliati gli stipendi, hanno accettato i rimborsi elettorali ed hanno creato un fondo per il credito alle imprese. La Raggi ha dichiarato in merito: "Spero che, come dice spesso il deputato Di Battista, i romani abbiano voglia di cambiare. Noi siamo trasparenti e abbiamo un programma di rottura rispetto agli altri. Se poi i cittadini preferissero continuare sulla strada degli ultimi anni, allora votino pure i soliti ma non si lamentino più".

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili