logo gnubik

La Gran Bretagna ha votato l'uscita dall'Ue

24 giugno 2016

Il popolo britannico ha scelto di uscire dall'Ue

Dai risultati del referundum britannico di ieri, il 52% dei cittadini britannici ha scelto di abbandonare l’Ue.

Secondo il sito della BBC, per la Brexit hanno votato ben 17.410.742 elettori mentre per restare nell'Ue vi sono stati 16.141.241 voti, su di un totale di 33.577.342 votanti.

Nel frattempo, il premier britannico Cameron, che ha annuncitao le sue dimissioni, ha dichiarato che la volontà del popolo britannico che ha votato per uscire dall'Europa sarà rispettata, aggiungendo che adesso serve un nuovo leader per traghettare il Paese verso il nuovo.

Nigel Farage, leader del Partito indipendentista Ukip ha affermato: "Oggi è il nostro Independence Day, è arrivato il momento di liberarci da Bruxelles. Ci siamo ripresi il Paese, questa è una vittoria della gente vera, della gente normale, della gente dignitosa". Farage ha aggiunto che adesso che diciassette milioni di persone hanno votato per uscire dall'Ue, si sono liberati per poter stringere accordi di associazione e commercio con tutto il resto del mondo, dandosi la possibilità di collegarsi all'economia globale di tutto il mondo.

In Scozia ed Irlanda ha vinto invece il “ remain”, a tal proposito il primo ministro scozzese Sturgeon, ha affermato che il suo Paese ha consegnato un voto chiaro, senza equivoci, circa per la permanenza nella Ue, aggiungendo che  il popolo scozzese vede il suo futuro nell’Unione europea. In merito all'uscita dell' Uk dall' Ue, Salvini ha di recente dichiarato:  "Evviva il coraggio dei liberi cittadini! Cuore, testa e orgoglio battono bugie, minacce e ricatti. Grazie Uk, ora tocca a noi.

Adesso in tanti temono che i possa innescare un effetto domino, dato che diversi ministri europei che si sono congratulati con la scelta britannica. A tal propisito, Geert Wilders ha annunciato che  adesso è il turno di un referendum olandese, aggiungendo che se diventerà primo ministro, ci sarà un referendum anche in Olanda per abbandonare l’Unione europea.

Il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz, in merito al referendum britannico che ha decretato l'uscita dell'Uk dall'Eu, ha dichiarato di aspettarsi a breve la procedura dell'articolo 50 del trattato Ue,  che prevede l'inizio dei negoziati per il divorzio dall'Unione con la notifica della volontà di recesso da parte del governo dello Stato membro interessato e che prevede la conclusione delle trattative entro due anni.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili