logo gnubik

Delrio: “Voglio la verità sul dossier contro di me”

8 aprile 2016

Il ministro Delrio ha dichiarato di voler sapere la verità circa i presunti dossier contro di lui

Il ministro dei trasporti e delle infrastrutture Delrio ha negato ogni coinvolgimento nell'inchiesta sul petrolio, negando di aver non aver mai subito pressioni o condizionamenti e tantomeno ricatti, dichiarando di voler presentare su questo un esposto alla procura di Roma.


Il ministro ha affermato di voler per sapere se davvero pezzi dello Stato tramano contro altri pezzi dello Stato, se davvero  un Carabiniere ha preparato dei dossier falsi contro un ministro della Repubblica per screditarlo.

Il ministro Graziano Delrio, in una recente intervista rifiuta tutti i riferimenti infamanti alla sua figura emersi nelle intercettazioni all'inchiesta sulle trivelle petrolifere in Basilicata, ed in particolare ad una conversazione del compagno dell’ex ministro dimesso Federica Guidi, Gianluca Gemelli  in cui si citano delle foto di del Delrio a Cutro con dei mafiosi. Per gli inquirenti, i documenti a disposizione mostrerebbe il potere di un clan di  imprenditori e funzionari, che avrebbero ottenuto materiale per ricattare lo stesso ministro delle Infrastrutture.

In merito alle presunte foto con degli esponenti della 'Ndrangheta ,Delrio ha spiegato di essersi recato a Cutro da sindaco di Reggio Emilia, in occasione di una cerimonia, per qualche metro ho seguito la statua locale della Madonna. Delrio ha voluto precisare che qualcuno ha provato a invischiarlo in quella roba, ma non hanno trovato niente perché era impossibile trovare qualcosa.

In sua difesa Delrio durante l'intervista elenca le attività svolte contro la mafia da quando fa parte del governo Renzi, come la nomina di Gratteri, magistrato antimafia, alla presidenza della commissione per riscrivere il codice di procedura penale.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili