logo gnubik

Sangalli: “Siamo di fronte a una ripresa senza slancio e senza intensità”

9 giugno 2016

Per la Confcommercio la ripresa economica è priva di slancio e mordente

Per la Confcommercio,  la recessione iniziata nel 2008 ha determinato un forte incremento di persone in condizione di povertà assoluta.

Secondo i dati raccolti nello studio "Dalla grande recessione alla ripresa? Segnali positivi ma fragili", presentati all’assemblea generale di Confcommercio, nel nostro Paese le famiglie assolutamente povere sono aumentate del 78,5%. 

Il numero dei poveri assoluti nel 2014 ha superato i 4 milioni, con un incremento di quasi il 130% rispetto al 2007, arrivando a sfiorare quasi il 7% della popolazione. Per quanto riguarda i consumi, nonostante il piccolo recupero nell'ultimo anno, durante i sette anni della crisi, la spesa alimentare si è contratta del 12% e gli acquisti di beni durevoli del 25%.

I dati della Confcommercio confermano che il mercato interno ha subìto pesanti contraccolpi, il reddito disponibile delle famiglie si è ridotto di oltre il 10% e parimenti la spesa in termini reali delle famiglie si è contratta di circa 7 punti percentuali. In termini pro capite le flessioni risultano  più accentuate, in quanto la popolazione è comunque cresciuta nel periodo considerato di circa il 4%, erodendo così le dimensioni delle 'fette' di una 'torta' di redditi e consumi divenuta più piccola.

Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio, ha dichiarato che siamo di fronte ad una ripresa senza slancio, senza intensità, senza mordente che non salta mai la faglia, il crepaccio tra stagnazione e crescita.Per Sangalli l'Italia  ha ancora molta strada da fare, ma ha certamente le carte in regola per fare meglio.

Dal canto suo, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella in merito ai dati resi noti da Confcommercio ha affermato che l'economia italiana sta gradualmente ripartendo,poiché vi sono dei segnali di riavvio dell'economia, seppur ancora contenuti ed incerti, ma sono sostenuti dalla domanda interna, che evidenzia l'importanza dei consumi delle famiglie italiane.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili