logo gnubik

Nuova tassa sui voli, 2, 50 euro in più a biglietto

21 dicembre 2015

Da gennaio arriva l'addizionale di 2, 50 euro per i biglietti aerei

A partire da gennaio 2016, entrerà in vigore una nuova legge, la cosiddetta legge Destinazione Italia   approvata quasi due anni fa che prevede un aumento di 2,5 euro dell'addizionale comunale sui diritti d'imbarco dei passeggeri aerei.

Questa tassa indiretta, che ogni passeggero paga da oltre 10 anni per ogni biglietto aereo acquistato per imbarcarsi negli aeroporti italiani dal 2016 costerà 2,50 euro in più.

I proventi ottenuti con nuovo aumento della tassa indiretta sui voli,  deciso con la legge Destinazione Italia  del 9 del 21 febbraio 2014, in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, saranno usati per  finanziare per tre anni il Fondo speciale che garantisce ammortizzatori sociali aggiuntivi ai lavoratori del trasporto aereo. Tale provvedimento che prevede rincari sui buiglietti aerei, diverrà operativo in contemporanea alla legge di Stabilità, nella quale il governo ha voluto neutralizzare qualsiasi aumento anche indiretto o locale del prelievo fiscale.

Assaeroporti nel suo comunicato ufficiale, ha espresso il suo dissenso in merito alla nuova tassa sui voli dichiarando : “L'addizionale sui diritti d'imbarco dei passeggeri aerei, pari a 2,5 euro per passeggero, pur costituendo un atto dovuto ai sensi della Legge Destinazione Italia, rischia di deprimere ulteriormente lo sviluppo del turismo".  Inoltre ha reso noto che  in base alle analisi effettuate dall'International Air Transport Association, l’incremento della tassazione indiretta sui biglietti aerei avrà delle conseguenze sui volumi di passeggeri e di movimenti aerei. In tal senso, si augurano che il Governo prenda coscienze della gravità di questi incrementi nel trasporto aereo, un settore fondamentale per il rilancio dell'economia e del turismo del Paese.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili