logo gnubik

La Renault ha annunciato il richiamo di 15mila veicoli per i controlli sulle emissioni

19 gennaio 2016

La Renault ha intenzione di richiamare innfabbrica 15mila veicoli per verificare le emissioni dei motori

Segolene Royal,  la ministra dell’Ecologia francese nelle scorse ore ha reso noto che la Renault, accusata di aver superato la soglia delle norme anti inquinamento con i suoi motori,  intende richiamare in fabbrica 15mila veicoli per controllare che il sistema anti inquinamento e di filtraggio funzioni funzioni correttamente.


La ministra Royal ha affermato che verranno effettuati dei controlli in fabbrica circa il corretto funzionamento del sistema di filtraggio, dato che quando la temperatura ambientale è molto alta o sotto i -17 gradi  l’impianto di filtraggio degli scarichi non lavora più.

La Royal ha dichiarato in merito alla vicenda: “Per essere corretti nei confronti di Renault, ci sono altri marchi che non rispettano le norme. I responsabili di tali case, ha aggiunto il ministro, hanno comunque accettato di fornire le spiegazioni richieste alla commissione apposita istituita dal governo”.
Gli scorsi giorni, la polizia antifrode ha effettuato le prime perquisizioni, in quanto gli inquirenti sospettano che che la casa automobilistica francese, così come la Volkswagen, utilizzi un software per truccare i test sugli inquinanti. Dal canto suo la Renault, dopo i controlli del governo francese ha reso noto che  c’è stato un sforamento delle norme sul Co2 e sull'ossido di azoto, ma non esiste alcuna frode e nessun software illegale per truccare le emissioni.  Da indiscrezioni è emerso che gli inquirenti avrebbero riscontrato valori fuori norma su  due modelli, la Renault Espace e la Opel Zafira, entrambe accusate di aver superato i limiti di legge durante i test su strada.

Il direttore commerciale del gruppo Renault, Thierry Koskas ha reso noto che la casa automobilistica francese vuole lanciare un piano anti emissioni, per rispondere correttamente alle emissioni standard in condizioni reali. Inoltre, Koskas ha voluto ribadire che la Renault non ha commesso trucchi e rispetta le norme sulle emissioni.

© gnubik.it

Condividi questo articolo

Aerticoli simili